Buddha, verdure e tartarughe

 

 

Ciao Papo,
te lo ricordi il “Mezzo sorriso del Buddha”?
Estate scorsa, vacanza in Trentino, in giro in bici tra campi di mele. Io pedalavo e tu mi raccontavi le tue nuove trovate, mi sa che stavi provando a spiegarmi come si fa a giocare a Magic, io non capivo e tu come al tuo solito mi prendevi in giro facendo il citrullo e ridevi. Sentendoti ridere e guardando il tuo sorriso mi venne in mente ‘sta cosa che mi aveva detto qualche anno fa un’amica:

“Il mezzo sorriso del Buddha” è scientificamente provato che non sorridiamo perché siamo felici, ma siamo felici perché sorridiamo. E questo è il segreto del mezzo sorriso del Buddha, cioè quel modo di tenere le labbra, non in un aperto sorriso, ma un sorriso appena accennato, quasi impercettibile che però c’è, e mantiene i muscoli del viso in una posizione tale per cui la risposta ormonale che ci restituisce il nostro sistema endocrino è di felicità, serenità, benessere. A volte quando si è molto giù non è per nulla facile, assumere quell’espressione, ma se la si forza e la si mantiene, dopo un po’ ci si sente meglio.

Mentre ti dicevo che ogni tanto provavo a metterla in pratica mi anticipasti dicendomi: “Ecco perché faccio sempre i sorrisi e sto bene a far ridere tutti i miei amici!”.

Nik: “Papo, senti come è buona! Prova ad assaggiare questa crocchetta di spinaci!”. Papo in un nano secondo aziona l’infallibile eco-scandaglio e sentenzia: “Le crocchette di spinaci non mi piacciono perché sono verdi come le tartarughe e a me le tartarughe non piacciono! Ah, a proposito: sapete che tutte le volte che vedo del cibo verde mi faccio questo ragionamento?”.

Non hai mai smesso di sorridere e di far ridere, tantomeno adesso che ci serve ancora più di prima, grazie Papo!
Papà

1 febbraio 2017

Lettera 135

Buddha, verdure e tartarughe     Ciao Papo, te lo ricordi il “Mezzo sorriso del Buddha”? Estate scorsa, vacanza in Trentino, in giro in bici tra campi di mele. Io pedalavo e tu mi raccontavi le tue nuove trovate, mi sa che stavi provando a spiegarmi come si fa a […]
30 gennaio 2017

Lettera 133

‘A livella e Papo   Ciao Papo, Bello, Bellissimo in modo Assurdo! Come Ben Stiller in Zoolander. Questa foto la vedo tutti i giorni, più volte al giorno a casa sulle scale e la carezzo sempre. Ti carezzo sempre guance e mento. Il mento bello a punta della tua Mamma, […]
27 gennaio 2017

Lettera 131

Era al pane che pensavo   Ciao Papo, in questo periodo i genitori della tua classe vanno a fare colloqui per le scuole medie, io ti porto a parlare da Mondadori, Feltrinelli, Garzanti, Longanesi, De Agostini, Newton Compton, HarperCollins, tutti ti vogliono bene e tutti vogliono farti Volare. Se non […]
22 gennaio 2017

Lettera 127

Relativo e contestuale   Ciao Papo, ho iniziato a rispondere a chi mi ha scritto, mosso dal Casino mediatico di questi giorni, mesi fa non ce l’avrei fatta a rispondere. A chi mi fa i complimenti dico: “Grazie, faccio solo quello che devo”. Un cenno d’affetto mi sembra doveroso verso […]
12 gennaio 2017

Lettera 121

3.000 Sorrisi per Papo   Ciao Papo, siam 3.000 e siamo armati mai banali e mai bendati dai sorrisi animati! Luizz il Bomber a far Squadra li ha chiamati Zamo il Gruoss nel Tempo li ha fermati il mondo del basket ci ha adottati! Tre terzine sono sufficienti per non […]
22 dicembre 2016

Lettera 102

Gioioso Bagliore   Ciao Papo, pensa che io e la mamma volevamo così tanto andare a scuola a sentire i canti di Natale davanti al Sindaco e le altre autorità cittadine che abbiamo sbagliato orario… e ci siamo salvati da un pianto in pubblico preannunciato, menomale, anzi che culo! Non […]
21 dicembre 2016

Lettera 101

Regali Gioia   Ciao Papo, hai visto che anche Javier Zanetti ha fatto la foto affinché vengano pubblicati i tuoi libri? L’unica volta che sei andato allo stadio era proprio per andare a vedere la partita di Zanetti… Papo, se sei d’accordo ho deciso per oggi che non ti faccio […]
15 dicembre 2016

Lettera 95

Percorsi di Guarigione     Ciao Papo, sei il nostro Miracolo! Anche una roba potenzialmente rischiosa e antipatica come può essere una campagna marketing, ma marketing poi di cosa che stiamo chiedendo una foto e due #…!!? Stiamo promuovendo e facendo la pubblicità all’Amore e l’Amicizia! Grazie a te Papo! […]
11 dicembre 2016

Lettera 90 e 3/4

Rifuggiremo gli stronzi…e tre!     Ciao Papo, qui da noi è domenica. Prima dell’alba. La gente normale dorme. La gente che ha un Sogno corre. Lo Zio Pallo prende su macchina e amici e va a correre la Maratona di Reggio Emilia. Sai che prima che tu nascessi anche […]
8 dicembre 2016

Lettera 90 e 1/4

 Rifuggiremo gli stronzi! Ciao Papo, lo dici tu a tutti che dall’altra parte dell’Infinito si pranza ognuno quando gli va? Invece da questa parte dell’Infinito c’è la famiglia, il lavoro, la quotidianità che fa il suo corso ed è una settimana abbontante che alla solita ora, tra le quattro e le […]