Magnete d’Amore

 

 

Ciao Papo,
oggi è questo:

Faro, fermo contro le intemperie,
ultimo baluardo Lui.
Mongolfiera senza comandi Lei.
Gabbiano all’orizzonte l’Altro.
Ognuno vive la propria,
ma si entra ed esce da quella degli altri per un motivo.
Persona e Anima si rincorrono,
fanno a pugni e pace nello stesso corpo,
nella stessa vita,
una un po’ più avanti,
l’altra un po’ più indietro,
a volte pari e patta, palla al centro.
Gabbiano è a sette,
come il numero di maglia di George Best,
senza esserlo e senza volerlo essere,
come i giorni per fare il mondo e riposarsi,
come il numero che rappresenta l’Infinito,
come essere finalmente arrivato a Casa.
Uno era stato riappropriarsi della propria fiducia mutilata.
Due era zen e rapimento, confessione e confusione.
Tre era la Primavera che tutto dà e tutto toglie.
Quattro era la dedizione e la comprensione.
Cinque era la delicata protezione di mamma.
Sei era il disperato bisogno di fuga.
Anche i numeri apparentemente sbagliati hanno un motivo
e portano arricchimento.
Di Sette non si parla, Sette si vive.
Zero, c’era sempre stato,
s’era costruito tutto insieme
ma aveva deciso d’andarsene.
Così aveva fatto entrare l’Altro, da sempre Gabbiano
per portare gioia e spensieratezza,
così lo aveva poi messo all’angolo.
Con garbo e delicatezza ma senza speranza all’angolo,
il tempo, solo il tempo lo ha stanato
da dove asperità e spigolature non concedono orizzonte.
Lui era stato per Lei guida e fermezza
ma l’urgente bisogno di vita le ululava nel cuore.
Si entra, si esce e ci si mescola con le vite altrui
lasciando pezzi di sé, rappresentando un simbolo.
Calamite impazzite che s’attraggono e respingono,
bisogni, urgenze, premure, doveri
sacrificati all’altare dell’arbitrio, libero, dicono.
L’Amore e il Tempo,
solo loro Sanno,
solo loro Fanno.

Ciao Magnete d’Amore!
Papà

20 gennaio 2018
IMG-20150422-WA0003

Lettera 428

Magnete d’Amore     Ciao Papo, oggi è questo: Faro, fermo contro le intemperie, ultimo baluardo Lui. Mongolfiera senza comandi Lei. Gabbiano all’orizzonte l’Altro. Ognuno vive la propria, ma si entra ed esce da quella degli altri per un motivo. Persona e Anima si rincorrono, fanno a pugni e pace […]
16 gennaio 2018
IMG-20140304-WA0004

Lettera 425

Tra Cane e Randagio c’è un Sogno da Inventare     Ciao Papo, ciao Bel Muso! Guardati qui con la Tua Fidanzata! Sai che spesso me la porto a correre nel bosco e al parco? Certo che lo sai! Di tanto in tanto ce la lasci qualche Piumetta, soprattutto quando […]
11 gennaio 2018
20140812_125934

Lettera 421

Leggera Leggerezza     Ciao Papo, scusami un po’, mi rispieghi esattamente fino a dove arrivano i tuoi “Poteri” da quest’altra parte dell’Infinito? Muovere e farmi trovare Piumette quando meno me lo aspetto ma esattamente quando ne ho bisogno, che mi dicono che ci Sei e sei Vivo l’ho capito […]
9 gennaio 2018
20180106_085916

Lettera 420

Soffia il Saggio      Ciao Papo, ieri ti raccontavo del Randagio, che vaga per le nostre Lettere, oggi torna ad attraversarle il Saggio. Il Saggio sa che la mia vita dal Tuo concepimento per undici anni è stata questa Meraviglia:   “Papà mi hanno dato da fare i compiti”. […]
8 gennaio 2018
20140809_112751

Lettera 419

Il Randagio alla Luna     Ciao Papo, di tanto in tanto nelle nostre Lettere passa il Randagio. Da giorni lo incontro in giro, non mangia, non dorme, sente una fitta nella bocca dello stomaco, cerca, gironzola, si gira da un lato e dall’altro, si alza, fa una pisciatina, no […]
29 dicembre 2017
20140609_155306

Lettera 414

L’Orizzonte nella lente     Ciao Papo, me la fai fare qualche Sana Fragorosa risata?   “Papo, senti che bella la canzone di questo ragazzo, sai che è ricchione?”, Ti dico in procinto di mettere su una canzone di un famoso cantante, e parto per l’ennesima lunga spiegazione sui gay […]
21 dicembre 2017
IMG-20140831-WA0004

Lettera 408

Lascia parlare il Silenzio     Ciao Papo, quanto sono dure le continue botte che tira ‘sta vita? Ma non era molto più facile chiudersi come hanno fatto quasi tutte le persone con un vissuto simile al mio? Arriverà Sorella Fede che resterà dentro e spazzerà via dolore, sofferenza e […]
18 dicembre 2017
zz5

Lettera 406

Sei!     Ciao Papo, non sei una foto, non sei fermo, non sei immobile, non sei un ricordo, non sei una commemorazione, non sei quella parola orribile che pone fine a tutto. Sei mani, passi e sguardi, abbracci, carezze e baci, lacrime, sorrisi e risate. Sei una canzone che […]
18 dicembre 2017
doc1

Lettera 405

Non si finisce mai di sterzare per andare sempre dritto     Ciao Papo, come t’è passata la domenica? Cosa fai tutti i giorni che mi hai detto d’essere ancora più indaffarato di me? Com’è limitante la razionalità quando non c’è niente da capire e mettere in ordine a rigore […]
16 dicembre 2017
20171215_193520

Lettera 404

Noi siamo Altro     Ciao Papo, hai visto quante Belle Persone nel video di Ti Amo Beby?   Tu sei il mio amor e io farò lo stesso per te io so che tu sai che io so che ti amavo ti amo e ti amerò per sempre nell’eternità. […]