Rabbia Funzionale all’Amore

 

 

Ciao Papo,
a cosa stai pensando? Ti appare questo quando apri feisbuk… A cosa sto pensando…!!?
CR7 posta una foto con un orologio da 2 milioni di euro e becca un milione di “Mi piace”. Fedez posta una foto con la sua Lamborghini nuova e becca un’altro milione di “Mi piace”. Anziché andare in una decina ben intenzionati a riempirli di mazzate, sottrargli i beni milionari, venderli e ridistribuirne i profitti pigiamo “Mi piace”… ma cosa cazzo hanno in testa i nostri ragazzi…!!? Non sono i nostri figli ad avere sogni e modelli marci, putrescente è il modello sociale e la scala gerarchica su cui si fonda questa società: lotta, sgomita, emergi, fatica, lavora, realizzati, vinci, Tu! Tu da solo! Tu! Fallo subito, Tu! Le cento aziende multinazionali più grandi ed importanti continuano ad aumentare i loro fatturati; il pianeta esaurisce sempre prima le sue risorse; 1/4 di mondo vive sopra la media dei consumi grazie a 3/4 di mondo che muore di fame; quel quarto di mondo ricco soffre di obesità, depressione, intolleranze alimentari e muore di noia e se penso a tutto questo vengo tacciato d’essere un comunista nostalgico. A cosa sto pensando…!!? Papo, sto pensando che posto tutto ciò di cui sopra, mi hanno cagato il cazzo a riempirsi la bocca con la parola “Resilienza” e farne pure libri, corsi e convegni. Se vogliono vivere una vera esperienza di “Resilienza” e vogliono veramente essere “Resilienti” facciamo a cambio di vita? Glielo dici Tu Papo?
 
“Da giugno 2016 ad oggi 08.11.18, negli ultimi 28 mesi, in ordine più o meno cronologico, dopo 41 anni di “Normalità” passata in famiglia e quasi 19 anni di appagante e felice monogamia mi è successo ed ho fatto succedere, reagendo a stimoli a me sconosciuti:
– la mia compagna di una vita mi ha comunicato che mi voleva un bene dell’anima ma non mi amava più (va così, si cambia e l’ansia per la salute di Papo divorava dentro)
– Papo se ne è andato dall’altra parte dell’Infinito (mio Figlio Jacopo è morto si usa dire da questa parte dell’Infinito)
– dormo due, tre, quattro, non più di cinque ore a notte da 28 mesi
– ho ritrovato Papo cercandolo disperatamente in otto mesi di notti insonni a scrivergli e nelle parole di: sua Mamma, del prete che conosco fin da quando ero bambino, di un lama tibetano, di Sonia “il Ponte”, di Max e Marco del “Progetto Moebius”
– Papo si è manifestato a me in varie forme, soprattutto: Piumette, Cuori e Coincidenze, in quattro Sogni molto vividi ed anche con la sua stessa voce dicendomi “Ciao!”
– ho cominciato a scrivere a Papo delle Lettere, le Lettere ad oggi sono 560
– queste Lettere hanno coinvolto migliaia di persone, Papo viene pensato e pregato da buddisti, cattolici, mussulmani, testimoni di Geova, evangelisti e atei
– la Storia di Papo è stata raccontata da: Corriere della sera, Porta a porta, Maurizio Costanzo show, la vita in diretta, Studio aperto ed è passata su tutte le testate giornalistiche nazionali
– il Libro di Papo è poi stato pubblicato da Garzanti ed ha venduto ben oltre la decina di migliaia di copie
– il libro di Papo è stato presentato in una quarantina di città italiane
– mi hanno scritto decine di migliaia di persone ognuna con il suo vissuto ed i suoi problemi
– ho realizzato insieme agli amici Macilla e Scatolo un Disco, partendo dal musicare due canzoni scritte da Papo all’età di 9 anni
– mi sono innamorato e si è innamorata di me una Mamma con un vissuto come il mio, figlio vivo dall’altra parte dell’Infinito.
– ho preso 10 kg di peso in due mesi (settembre – novembre 2016)
– ho peso 15 kg in un mese e mezzo, correndo, regolando alimentazione e non dormendo… (gennaio – febbraio 2018)
– ho preso 7 kg di peso in un mese (ottobre 2018)
– ho fatto l’amore o sesso che sia con varie donne, per altro una diversissima dall’altra, spesso dall’idolatria iniziale sono passato ad essere considerato uno stronzo nonostante avessi ampiamente avvertito riguardo la mia instabilità emotiva ed affettiva (queste donne se strumentalizzassi la nostra storia a mio favore sarebbero centinaia. Se usassi la nostra storia per mio rendiconto personale sarei stato molto più spesso in tv in trasmissioni becere e probabilmente avrei già pubblicato un secondo libro. Il numero di donne è cospicuo perché con quasi tutte sono andato altrove dopo la prima uscita per non sfruttare la situazione).
– sono stato minacciato di morte dal marito di una donna che non ho nemmeno sfiorato
– ogni volta che una donna mi piace e mi interessa riesco a trovare il modo per farmi allontanare facendo pesare il mio recente vissuto troppo ingombrante
– sono separato da 6 mesi
– sono stato tallonato e incalzato da un paio di donne
– ho fatto un incidente in autostrada, per fortuna poca roba ma poteva finire in tragedia, per distrazione a causa dell’incalzare di messaggi da parte di una delle due di sopra
– ho vissuto per un paio di settimane l’ansia di aspettare un figlio eventualmente concepito con una bella persona ma poco più che estranea
– vivo una situazione di indigenza economica, temporanea si spera, a causa delle tasse dovute ai proventi del Libro di Papo
– non riesco a pubblicare il Disco di Papo a causa di questa lacuna economica.
Direi che oltre ad un Senso ed un Orizzonte che mi sono stati strappati di dosso e che cerco forse troppo bramosamente, in questo mio passaggio terreno ho bisogno di un pochino di quiete e di fermarmi per capirmi e capire cosa mi succede intorno. Fermarmi non è facile, come non lo è stare solo e a tratti la rabbia per i soprusi ingiustamente subiti anche se è un sentimento deleterio mi è vitale per andare avanti e non piangermi addosso.
Mi alzo tutte le mattine e controvoglia vado a svolgere, facendo lo stretto necessario, un lavoro che non mi va a genio e mi pesa.
Cerco di essere un buon padre ed avere un buon rapporto con Totta e con Papo e di essere cordiale con la loro Mamma.
Tutte le risorse di pazienza e amore cui riesco ad attingere le uso per non dare di matto, tenere botta ed andare avanti, nonostante tutto, verso non so cosa ma avanti, arriverà il bello, in parte è già arrivato, in parte ho realizzato delle robe molto belle ed importanti.
Penso che chi ha un vissuto burrascoso come il mio, in così poco tempo tre dolori devastanti ed una serie infinita di casini, finisce al campo santo o in psichiatria. Io nonostante tutto sto, sono in salute e sono forte, ho dei Talenti che mi salvano il culo ogni Santo Cristo di giorno. I miei Talenti, ciò su cui io sento e mi viene consigliato di puntare per realizzarmi personalmente e lavorativamente sono: ironia, comicità, spirito dissacrante, poesia, romanticismo, scrittura, vitalità, dinamicità ed entusiasmo.
Prenditi Cura di Te correndo il rischio di essere egoista perché nessun altro si occuperà di Te come hai il Dovere di fare Tu. Smettila di reagire, slegati dalla rabbia dell’ego ferito e Crea, Creati.
Andrea che parla ad Andrea
 
Papo, mi scrivo ‘ste righe per provare a capirmi e fare il punto della situazione. Secondo Te ora penseranno ancora che è una Figata essere “Resiliente” e trovare comunque un modo per andare avanti in ‘sta vita. Più che in ‘sta vita in questa società che ti idolatra se parlano di Te giornali e tv e dopo averti regalato la celebrità per un giorno ti lascia nella tua merda a diventare sempre più “Resiliente”. Leggono le Lettere che ti scrivo e pensano io racconti i cazzi miei… i cazzi miei possono essere resi pubblici perché non mi vergogno di niente, perché sono un libro aperto, perché non ho niente da nascondere, perché non faccio niente di male a nessuno, perché 560 Lettere sono protezione per le pochissime persone cui Tengo davvero… per farsi gli altrui cazzi ci sono CR7 e Fedez. In queste Lettere in un modo o nell’altro parliamo di Amore, di relazione, di andare comunque avanti. Come è scritto nella Dedica del Tuo Libro:
 
A te Papo, mio Piccolo Grande Eroe,
fonte inesauribile di Ispirazione e Coraggio!
A Totta e Mamma, mie Piccole Grandi Eroine,
fonti inesauribili di Ispirazione e Coraggio!
All’Amore, l’Amore nuovo che verrà,
l’Amore che fa grandi giri, passa e tornerà.
 
Papo, una settimana fa i Cuginetti hanno dormito da me e Totta. Come abbiamo sempre fatto insieme a Te abbiamo continuato a fare pigiama party a base di scorregge, alfabeto e tabelline coi rutti, 30 secondi parolacce, canzoni storpiate, nanne ninne mortificanti e video strampalati di Luis Sal e Commenti memorabili. Al Nostro risveglio faccio prendere aria al letto disfandolo. C’era Sveva con me a stupirsi della Piumetta che ci hai lasciato sotto il lenzuolo. I cuscini non hanno piume, il materasso neanche e la coperta nemmeno, controlliamo sempre per essere sicuri sia proprio Tu. I “Cuginetti” hanno dormito ancora tutti e quattro insieme!
 
Papo, continua a farti trovare tutte le volte che vuoi, Grazie!
Papà
8 novembre 2018

Lettera 560

Rabbia Funzionale all’Amore     Ciao Papo, a cosa stai pensando? Ti appare questo quando apri feisbuk… A cosa sto pensando…!!? CR7 posta una foto con un orologio da 2 milioni di euro e becca un milione di “Mi piace”. Fedez posta una foto con la sua Lamborghini nuova e […]
7 novembre 2018

Lettera 559

Sogno di Musi Belli     Ciao Papo, ti ho sognato stanotte. Io e Totta vagavano per un paesino di mare tra viottoli e spiagge. Uno via l’altro andavamo dietro Tuoi giochi, secchielli, palette, pupazzi, barchette che ci lasciavi disseminati lungo il percorso per seguirti. Dopo tanto inseguire, tanta curiosità […]
6 novembre 2018

Lettera 558

Saper scrivere, far ridere e fare l’amore     Ciao Papo, una decina di giorni fa sono tornato nel posto dove, senza cercarti, ti ho più trovato in questo nuovo lungo viaggio in cerca di coraggio, come scrivi Tu nella “Il Rock’n’Roll nel sangue”. Sono stato con l’amica Mirella al […]
5 novembre 2018

Lettera 557

Ricorda il 5 Novembre…     Ciao Papo, oggi è quel giorno lì… il 5 novembre… è uno di quei giorni che nella Nostra Memoria del Sentire si ripete in loop. E’ il giorno della paura prima e del sollievo poi. E’ il giorno che traccia un solco nel far […]
4 novembre 2018

Lettera 556

Fate come i Folli       Ciao Papo, crediamo per lo più in ciò che ci fa comodo. Foto di retro copertina del Tuo Libro. Grazie F. che me l’hai fatta leggere! Vivi in tutti i cuori in cui batti nonostante me. Papà
4 novembre 2018

Lettera 555

Cuore Bambino       Ciao Papo, crediamo solo nelle cose tangibili… Foto di una nuvola a forma di cuore che si trasforma in un bambino e poi svanisce. Grazie a me che guardo il cielo e ascolto i suoi racconti! Vivi in tutti i cuori in cui batti perché […]
4 novembre 2018

Lettera 554

Cuori di marciapiede     Ciao Papo, crediamo solo nelle cose tangibili… Foto di marciapiede a Niguarda. Grazie D. che me l’hai fatta vedere!   Vivi in tutti i cuori in cui batti. Papà
27 ottobre 2018

Lettera 553

Guerriero     Ciao Papo, quest’altra canzone l’hai sentita anche Tu quando eri anche orecchie. Ha qualche anno ed eri ancora materia anche Tu. Ora Senti e Risuoni così forte che forse sei una specie di Altoparlante Orecchio Gigante che viaggia al di sopra dello spazio nell’Infinito. Papo, chi lo […]
27 ottobre 2018

Lettera 552

Lascia che a me ci pensi io     Ciao Papo, il mio razzismo e la mia prevenzione non mi avrebbero mai mosso ad ascoltare una canzone di Lorenzo Fragola. Non so manco chi è e cosa faccia Lorenzo Fragola, conosco il suo nome per qualche battuta che lo schernisce. […]
25 ottobre 2018

Lettera 551

Specchiarsi nell’Infinito     Ciao Papo, te la ricordi questa:   Tu e un Tuo amichetto parlano di massimi sistemi. Ad un certo punto l’amichetto cercando una collocazione al paradiso dice: “Il paradiso è sopra al cielo”. Tu Papo più agnostico di Piergiorgio Odifreddi sentenzi: “Eh, no! Sopra al cielo […]