Sei sempre piaciuto tantissimo a tutti

 

Ciao Papo,
te la ricordi Alessia? E’ bellissima! Ed anche molto simpatica! Che tipa… mi fa ridere un sacco quando parla, come muove le mani e il collo… come guarda il mondo da dietro i suoi occhialoni. La sua mamma mi ha raccontato che avevi detto ad Ale che ti piaceva e le avevi chiesto se tu a lei piacevi. Grande Papo! Grande che non sei rintronato come me. Ale ha un anno più di te ed è alta almeno venti centimetri più di te. Troppo forte che non sei stato timido! Risoluto e sei andato dritto al dunque! La sua mamma mi ha confessato che anche tu piacevi ad Alessia! A sua detta eri piccolo ma molto bello! Le piacevi perché la facevi divertire e rimaneva estasiata a sentirti fare Beat box, tutti i suoni che facevi con la bocca. Alessia ti aveva scritto una bellissima lettera, io non l’ho letta perché il giorno del tuo Saluto è volata in cielo insieme a tutti gli altri messaggi dei tuoi amici.
Mi è venuto in mente quando alle medie diceva di essersi innamorata di me una bellissima ragazza della mia classe, Katia. Lei un metro e sessantotto di sventola, io un Gigi La Trottola di un metro e trenta. Non ci potevo credere che la più Bellissima della scuola venisse dietro proprio a me… mi disse, sfinita dalla mia incredulità, di chiederle qualsiasi cosa, così da dimostrarmi il suo amore. Nel garage della scuola mi mise al muro, da soli, a tu per tu, io e lei, potevo chiederle di tutto ma cosa andai a domandarle? Sei pronto Papo? Le dissi: “Baciami la catena della bicicletta!”. Lei si chinò, la baciò, per me era fatta! Finita, infilai la bici e scappai via di volata! Non mi parlò mai più… come darle torto…?!
Tu invece Papo sei molto più in gamba del tuo papà! Mi sgridavi sempre quando tentennavo troppo… te le ricordi queste?

Parlando di attività belle da fare e imparare ti dico: “Papo, perché non impari per bene a suonare la chitarra? Sai che figo! Tutti i tuoi amici poi ti staranno intorno per suonare e cantare le canzoni!”. Tu: “Lasciamo perdere se no Silvia riprende a scrivermi lettere d’amore…”.

Voglia di tenerezza…
“Papà lo sai che se le zanzare pungono solo me vuol dire che gli piaccio tantissimo?!”.

Certo Papo! Sei sempre piaciuto tantissimo a tutti! Persino alle zanzare… buona notte!
Papà

19 dicembre 2016

Lettera 99

Sei sempre piaciuto tantissimo a tutti   Ciao Papo, te la ricordi Alessia? E’ bellissima! Ed anche molto simpatica! Che tipa… mi fa ridere un sacco quando parla, come muove le mani e il collo… come guarda il mondo da dietro i suoi occhialoni. La sua mamma mi ha raccontato […]
18 dicembre 2016

Lettera 98

Figlio   Ciao Papo, ti scrivevo così quando sei nato.… Figlio che non è bello perché mio ma solo perché è figlio foglio bianco ho sonno, son stanco ma non te lo so dire e scoppio in un pianto. Bicchiere vuoto, calice da riempire, acqua da versare e gioia da […]
15 dicembre 2016

Lettera 95

Percorsi di Guarigione     Ciao Papo, sei il nostro Miracolo! Anche una roba potenzialmente rischiosa e antipatica come può essere una campagna marketing, ma marketing poi di cosa che stiamo chiedendo una foto e due #…!!? Stiamo promuovendo e facendo la pubblicità all’Amore e l’Amicizia! Grazie a te Papo! […]
14 dicembre 2016

Lettera 94

Amore Plutonico     Ciao Papo, come stai? Sì, hai già capito a me continuano a chiederlo… penso che dovrei scrivere un cartello da portare al collo con scritto: “Mi è morto il più Bello, Divertente ed Intelligente dei figli, puoi farmi la cortesia di non domandarmi mai più ‘Come […]
13 dicembre 2016

Lettera 93

 Fatti trovare pronto!   Ciao Papo, ma dall’altra parte dell’Infinito sei ancora un furbetto come eri qui con noi? Ti ricordi quanti giochi che non esistevano ti inventavi, elaborando delle regole che ti facevano sempre vincere? Ecco, oggi ti chiedo di darmi una mano, perché questa bordata d’affetto delle foto […]
11 dicembre 2016

Lettera 90 e 3/4

Rifuggiremo gli stronzi…e tre!     Ciao Papo, qui da noi è domenica. Prima dell’alba. La gente normale dorme. La gente che ha un Sogno corre. Lo Zio Pallo prende su macchina e amici e va a correre la Maratona di Reggio Emilia. Sai che prima che tu nascessi anche […]
8 dicembre 2016

Lettera 90 e 1/4

 Rifuggiremo gli stronzi! Ciao Papo, lo dici tu a tutti che dall’altra parte dell’Infinito si pranza ognuno quando gli va? Invece da questa parte dell’Infinito c’è la famiglia, il lavoro, la quotidianità che fa il suo corso ed è una settimana abbontante che alla solita ora, tra le quattro e le […]
6 dicembre 2016

Lettera 89

Ti Amo Beby   Ciao Papo, sei venuto anche tu lunedì sera da Macilla a suonare? Hai visto che siamo riusciti anche a musicare la tua “Ti Amo Beby”? Ma quanto è brav…o il Signor Mattia!!? Com’è bello Capire e Sentire la musica! Alle mie orecchie manca quel guizzo. Tu […]
5 dicembre 2016

Lettera 88

Manna, Oro, Incenso, Mirra, Lasagna, Pizza e Birra!!     Ciao Papo, com’è stata dura la 87… quando il Mostro Dolore e il Mostro Incubo, i ricordi brutti, mi assalgono insieme la situazione si fa davvero dura. Di giorno in mezzo alle altre persone riesco a darmi un contegno, quando […]
4 dicembre 2016

Lettera 87

Bellissimo Sogno d’Amore Ciao Papo, ancora domenica. Sai che di domenica tendo a lasciarvi tutti tranquilli di qua e di là dall’Infinito. Ma io ho necessità di raccontarti perché poi è solo quando mi siedo qui e ti scrivo che io ti vivo. Un turbine di emozioni anche oggi. La […]