I peli delle tue ascelle mi fanno davvero paura!

 

 

 

Ciao Papo,
per fare lo scrittore si impara ad intrecciare insieme fatti, intuizioni e discorsi. Lo scorrere del Fiume oggi mi ha portato questi.

Caldo, casa, dopo pranzo, parlando di cosa fare in vacanza. Nel mentre Papo continua a molestarmi ed allora gli faccio: “Papo ma lasciami stare e partecipa anche tu dicendo la tua!”. Papo: “Devo dire la mia?”. Papà: “Sì!”. Papo: “Papà sai che i peli delle tue ascelle mi fanno davvero paura!!”.

I famigerati e famelici peli delle ascelle che spaventano tutti e mietono un sacco di vittime innocenti! Come li lego con quest’altra Papo?

“Se vuoi realizzare i tuoi sogni sappi che devi essere pronto a sporcarti. Di merda all’ordine del giorno e a volte anche di sangue. Il tuo e quello di chi si para tra te e il sogno. Le candide storielle di Fatine Sbianca Tutto e Mastri Lindi abitano solo nel mondo delle favole”.

Il Fiume scorre in correnti apparentemente contrarie e forma mulinelli e gorghi che ti portano a fondo senza respiro.

“La differenza tra chi fa le cose per interesse e per un tornaconto e chi le fa perché ci Crede non verrà mai riconosciuta economicamente e molto spesso manco a livello umano dalle persone circostanti ma dovrebbe essere ciò che ti fa muovere verso le tue ambizioni ed i tuoi sogni. A fine del percorso non ne avrai niente in cambio ma in coscienza tua saprai se sei un mercenario o un povero pirla che ci Credeva. Sembrano inezie e pippe per masturbatori mentali ma alla lunga delineeranno chi sei, cosa fai e perché lo fai!”.

Il Fiume è anche tanto pratico, fa quel che deve senza fronzoli e domande, scorre imperturbibile e impetuoso fino a valle.

Papo in vena di confidenze: “Ok, è vero come ho detto a scuola la più carina della mia classe è … però dice sempre ‘Di fatti’. ‘Di fatti’ non si può sentire! ‘ Di fatti’ non lo direbbe nemmeno uno sgabello se parlasse…”.

Papo, come si legano e se si legano questi quattro racconti che mi ha portato il Fiume non lo so. So che stando zitto, perseguendo l’Arte dell’Umiltá, facendo, senza cedere un passo, con l’Orizzonte negli Occhi e nel Cuore, Tutto si Lega.

Papo, Grazie anche per questo Oggi!
Papà

15 luglio 2018

Lettera 506

I peli delle tue ascelle mi fanno davvero paura!       Ciao Papo, per fare lo scrittore si impara ad intrecciare insieme fatti, intuizioni e discorsi. Lo scorrere del Fiume oggi mi ha portato questi. Caldo, casa, dopo pranzo, parlando di cosa fare in vacanza. Nel mentre Papo continua […]
12 luglio 2018

Lettera 504

11.07     Ciao Papo, feisbuk ogni giorno mi mostra i ricordi di giornata:   11.07. 2011 Premessa: Papo, etologo in erba, è molto interessato ad animali ed evoluzione. In auto passiamo per una strada al lato della quale c’è un piccolo boschetto dove ci si apposta una prostituta di […]
10 luglio 2018

Lettera 503

Us     Lettera 503   Ciao Papo, sulle antine di casa Nostra posa coricata quella rosa rossa. Sulla Tua scrivania piegato così come è arrivato giace quel biglietto. Quello stesso giorno Zio Frenk mi regala il nuovo disco di James Bay che per le Strambe Leggi del Caso esce […]
9 luglio 2018

Lettera 502

Non si perde nulla     Ciao Papo, qui siamo in mezzo al lago di Mergozzo con il peladó, come dice Diego. Lassù c’è la cascata del Toce, dove dicevi saresti andato a vivere da grande. Il luogo della Tua Anima, lì dove volevi andare ogni volta che partivamo con […]
8 luglio 2018

Lettera 501

Cuore di lago     Ciao Papo, Ti ha trovato o Ti sei fatto trovare nel sasso a Cuore dentro l’acqua del lago di Mergozzo da Sveva. Quante Sorprese, quanta Meraviglia, quanta Gioia e quanto Divertimento ci hai Regalato in questi due giorni distanti due anni dai giorni più Belli. […]
8 luglio 2018

Lettera 500

Orizzonte Infinito     Ciao Papo, ha notato i colori e scattato la foto ieri sera Totta nella Nostra Mergozzo. Un fine ostacolo che separa due dimensioni che si specchiano una nell’altra, dev’essere proprio così tra di qua e di là dall’Infinito. Grazie! Papà
7 luglio 2018

Lettera 499

A tutta Dritta     Ciao Papo, eccoci qui dopo due anni per la prima volta via sul Nostro CamperOne nella Nostra Mergozzo, anche da qui mancavamo da due anni… “Dentro la paura, fuori l’avventura!” va sempre così come hai detto Tu. Va che “L’Amore Vive dell’Unica pretesa di cui […]
5 luglio 2018

Lettera 498

Energie Sottili     Ciao Papo, ci sono i mondiali di calcio, non seguo molto, guardo dopo le partite i gol su youtube, mi piace sempre guardare i gol, lo faccio da quando sono bambino.   Giocando a palla al parco, Tu in pieno delirio Mondiale: “Papà para questa! Io […]
29 giugno 2018

Lettera 497

Il mare all’Orizzonte     Ciao Papo, qualche giorno fa in piscina con Totta provavo ad insegnarle a fare i tuffi. Non si slanciava abbastanza con le gambe, non piegava a sufficienza le spalle quindi prendeva di continuo spanciate. All’ennesima volta che le mimavo l’incassatura della testa nelle spalle mi […]
27 giugno 2018

Lettera 496

Immortale     Ciao Papo, ci sono certe Lettere che da scrivere sono molto più dure di altre. Di solito raccontarti non è affatto duro, anzi! E’ il mio momento di Leggerezza. Non è tanto pesante buttare giù queste righe ora, è stato pesante recepire il messaggio che Tu in […]