Affinità Elettive

 

 

Ciao Papo,
ad ognuno tocca la sua vita o ognuno se la sceglie? Sembro Marzullo stamattina… a prescindere da qualsiasi credo religioso o filosofico, la Tua storia insegna che qualsiasi enorme peso ti sfondi spirito, testa e terga, Tu e Tu solo puoi decidere se e come andare avanti.
Qualche anno fa: parchetto, Tu e Totta giocavate e Luna scorrazzava. Io e Mamma ci fondevamo nell’Amore limonando duro su una panchina. Tu ti avvicinasti dicendoci: “Ragazzi, comunque siete per strada…”. Sempre in quei giorni: Tu Papo: “Mamma quanti anni hai?”. Mamma: “38”. Tu: “E papà?”. Mamma: “37”. Tu: “Ah, allora tu muori prima!”. Pausa di riflessione ed aggiungesti: “Papà ti ha scelta più vecchia di lui così muore dopo!”.
Papo, qualche giorno fa Totta ci faceva domande riguardo dei suoi amichetti che hanno i genitori separati, non si capacitava del perché ci si lasci e si scelga di rifarsi una vita. Le ho detto: “Pensa che brutto tanti anni fa che eri costretto a stare insieme ad un persona per tutta la vita anche se non la amavi più e non le volevi più bene…”. Mi ha risposto: “Una dannazione! La odiavi ancora di più ogni giorno della tua vita…”.
Papo, chiedi tu il favore a chi ci legge di condividere, di far volare il Libro e le Lettere ma oggi di tacere, di farsi i fatti suoi. Io non scrivo per mettere i cazzi miei in piazza, lo vede anche un ipovedente con cane e bastone che sono una persona timida che ha solo bisogno di esprimersi e di praticare l’arte per stare meglio e continuare a vivere. Con ‘sta storia delle Lettere e del Libro se solo volessi approfittarne sarei pieno di donne e potrei andare in televisione a fare il disperato caso umano tutte le settimane. Lo sappiamo bene che Noi siamo Altro! La statistica condanna le coppie con un vissuto come il mio e quello di mamma a separarsi l’80% delle volte. Noi non sappiamo cosa ci succederà, si vive alla giornata, alla mezza giornata, all’ora, al quarto d’ora e spesso di minuto in minuto. Papo, per cortesia, ripeti a tutti di tacere e farsi i fatti loro. Noi sappiamo che non c’è retorica ed ipocrisia ed io e Mamma da Migliori Amici quali siamo abbiamo un ottimo dialogo e ci vogliamo tanto ma tanto Bene e ci Rispettiamo nei nostri tempi e modi diversi, nell’essere femmina e maschio. Papo, sto per fare una grande cazzata che farà strabuzzare le ovaie a Mamma… le ho scritto ‘sta roba qualche mese fa:

Ti Amo perché sei Tu.
Ti Amo perché sei parte di me.
Ti Amo perché sei Mamma di Papo e di Totta.
Ti Amo perché sei la mia Compagna.
Ti Amo perché la vita è stata troppo dura con te
e tu non le vuoi più dare il fianco.
Ti Amo anche se non sai più cosa voglia dire amare
o forse lo sai meglio di me
probabilmente lo sappiamo solo in modo diverso.
Ti Amo anche se le nostre vite ci porteranno a vivere distanti.
Ti Amo perché questa lontananza sarà solo un soffio,
perché le nostre anime, insieme a quelle di Jacopo e Carlotta si sono fatte una Promessa.
Ti Amo perché Tu sei Tu e io ti conosco, ti stimo, ti rispetto, ti apprezzo e ti aspetto.
Ti amo perché una storia lunga diciotto anni non si cancella in due anni e mezzo di distanza ed in un anno di chiusura.
Ti Amo perché Tu sei casa mia.
Ti Amo perché l’amore cambia, fa grandi giri e prima o poi trova il modo di tornare.
Ti Amo perché se troveremo serenità e voglia altrove è giusto che noi si vada.
Ti Amo perché sei l’unica che avrebbe reagito come hai reagito.
Ti Amo perché anche a cercarti in altre mille donne tu sei Tu.
Ti Amo perché i Sogni più Belli nella mia vita li ho fatti con te,
ne abbiamo ancora uno, il più Grande di tutti!
Quello che valica i confini dell’Infinito
ed anche questo è con te che lo faccio.
Ti Amo anche se queste parole, questo fiore, questo sacchetto e queste emozioni sono vane.
Ti Amo perché non c’è un perché, poco o tanto Io sono e sarò Te e Tu sei e sarai ancora Me.
Tuo Cicisbeo

E’ questa la Vera Verità Papo, non sono i corpi, i desideri, il vendere ed il comprare, sono le Persone, le Anime ed il saper tacere e ascoltare. Se ce la facciamo la sovvertiamo quella fottuta statistica e lo facciamo aumentare quel risicato 20%, se non ce la facciamo va bene uguale perché coppie che si Stimano, si parlano e si vogliono bene come Mamma e me ce ne sono ben poche.
Sempre e comunque, senza retorica, sensi di colpa e ipocrisia siamo stati, siamo e saremo la Famiglia Vaniglia.
Papà

PS: Papo, nella foto ci sono Quelli per cui impari, senza corsi preparatori, a fare i salti mortali senza rete di sicurezza. Quelli da ascoltare. Quelli che ti fanno venire i Superpoteri, altro che NemboKid… Quelli per cui ti sposi anche se preferivi rimanere a vita un Compagno Cooperativista alla romagnola perché se no per la legge sei uno del far west… era in giorno del Matrinostro della nostra Famiglia, insomma proprio Quelli e per Quelli!

22 giugno 2017

Lettera 261

Affinità Elettive     Ciao Papo, ad ognuno tocca la sua vita o ognuno se la sceglie? Sembro Marzullo stamattina… a prescindere da qualsiasi credo religioso o filosofico, la Tua storia insegna che qualsiasi enorme peso ti sfondi spirito, testa e terga, Tu e Tu solo puoi decidere se e […]
20 giugno 2017

Lettera 259

Portento d’Amore     Ciao Papo, quanto è Bellissima Totta che canta e che balla!!? Totta che sa già a memoria tutte le nostre canzoni e che in piena d’entusiasmo le fa cantare anche ai cuginetti. Ieri in saletta da Macilla ad un certo punto della strofa della Tua canzone […]
19 giugno 2017

Lettera 258

L’orizzonte è nella vita!     Ciao Papo, Roberta, la relatrice della presentazione a Biella mi ha scritto così dopo la nostra presentazione del Tuo Libro: “Caro Andrea, voglio augurarti una buona notte, sperando che sia almeno in parte di sonno profondo. Ti ringrazio tanto. Nell’istante in cui ti ho […]
18 giugno 2017

Lettera 257

Me la spieghi papà?     Ciao Papo, prima d’andare a dormire voglio far leggere una cosa che ho scritto da ragazzo. Aria Io non posseggo niente, nemmeno le idee. Son solo illusioni! Non le idee, sia chiaro, ma il fatto di possedere, di possederle… I nostri genitori, figli di […]
14 giugno 2017

Lettera 254

Papo Grande Anima Antica in viaggio da secoli     Ciao Papo, ti ricordi quando con lo zio Gianni avevi preparato un Reattore di sintesi per consegnarlo al cliente ed avevi montato tutti i golfari del boccaporto? Guarda che bestione che abbiamo costruito questa volta, è un Serbatoio da 80.000 […]
13 giugno 2017

Lettera 253

Due Adorabili Minchioni   Ciao Papo, in tv sono sempre molto composto e morigerato perché mai vorrei che il Nostro Messaggio venisse travisato e strumentalizzato. Dal vivo alle presentazioni del Tuo Libro mi comporto così sono fatto e così come sono fatto vuol dire che non so nemmeno bene cosa […]
12 giugno 2017

Lettera 251

Rivoluzionari d’Amore!   Ciao Papo, sta finendo anche questa domenica. Giorno di Devozione alla Lasagna la domenica… settimana scorsa dopo oltre nove mesi Nonna le ha preparate insieme a Totta. Oggi coi Cuginetti Sventola, Diedo e nuovo cuginetto Batto siamo andati a mangiare a metà strada tra Milano e Genova […]
10 giugno 2017

Lettera 250

Pensi troppo…     Ciao Papo, guarda che bel Regalo mi ha fatto Lara. Sei sempre stato un Figo da Ammirare! Ieri l’altro Mamma fuori da scuola si è pure dovuta subire lo strazio del saluto delle quinte elementari… La Serenità, passa per l’accettazione dell’inaccettabile. La Felicità, resta dove ti […]
9 giugno 2017

Lettera 249

Progetto “Supereroi crescono”     Ciao Papo, io e Te ci sentiamo dopo. Oggi si va a Firenze da Doc Iacopo a presentare il Tuo Libro e questo Progetto che il tuo Libro finanzia e sostiene. “Il libro è un paradiso di vita! Tuo figlio, Jack mani di…, è ovviamente […]
5 giugno 2017

Lettera 244

Se è Dio buon per lui   Ciao Papo, ci sono giorni molto più duri di altri, dopo tre belle giornate di spensieratezza, oggi purtroppo è uno di quelli che non dà tregua. In 41 anni ricordo di aver pianto un paio di volte, negli ultimi nove mesi con Te […]