Pianeta Terra, Segnatelo!

 

 

Ciao Papo,
sabato scorso Sveva ha dormito da noi, la mattina successiva riaccompagnandola a casa ci siamo imbattuti nella folta comunità cinese che popola Pellegrino Rossi. Ne scorgevo le facce e mi è tornato in mente quando al battesimo di Sveva vedresti per la prima volta tanti cinesi insieme. Due ragazzine confabulavano e ti domandai: “Papo, secondo te di cosa stanno parlando?”, senza alcun dubbio mi incalzanti, come se fosse matematico: “Di Kung fu Panda!”. Ci siamo messi tutti a ridere di gusto esattamente come allora! Poco prima di uscire di casa Nonno Zazzà era salito a salutarci facendoci vedere che in giardino era stato colpito da una Piumetta che gli è rimasta appiccicata sul maglione. Cos’altro posso pensare se non: SuperEroe Immortale, sei sempre Insieme a noi! Tu Papo proprio ci tieni a dircelo che la morte non esiste ed io per questo ti ringrazio e sto tornando a stare bene nel quotidiano che devo affrontare ogni giorno, io vivo da questa parte dell’Infinito e a ciò che si fa di qui devo dedicarmi. Con Te ci sono sempre stato bene, anche quando sei andato via, è con la Tua assenza che è stato devastante relazionarsi, faccio tutto quello che faccio perché così sei presente. Faccio quello che faccio perché più c’è Amore nei Tuoi confronti e più Tu stai bene ovunque sei. Faccio quello che faccio perché continui a darmi Segnali che sei Vivo e stai Bene. Faccio quello che faccio perché Tu mi hai detto di raccontare che la morte non esiste e noi rimasti di qua abbiamo bisogno di saperlo e Crederci. Faccio quello che faccio perché non posso fare altrimenti.
Con i Cuginetti siamo andati ad una mostra sugli egizi. Entrati nella sala “Dalla morte alla vita” ci aspettava un sarcofago e l’audio guida ha detto: “Nella decorazione centrale è raffigurato il Dio Anubi intento alla preparazione della mummia. Al di sopra una lunga fascia orizzontale in cui è riprodotta tutta la scena della psicostasia, cioè la pesatura dell’anima, del cuore. Sui piatti della bilancia erano posti il cuore della persona defunta e la piuma della Dea Maat, la giustizia. È una rappresentazione simbolica del giudizio divino dopo la morte. Il superamento di questa prova avrebbe dato accesso alla Vita eterna”.
Cuore e Piuma, anche qui, i Tuoi simboli, anche nelle storie di 3.500 anni fa ed anche quella prova l’avresti superata in scioltezza Anima Antica in viaggio da secoli. Ora scrivono “R.I.P.” riposa in pace ‘sto cazzo! Vivi! Divertiti! Fai casino! Anche questo ce l’hai insegnato Tu! Eri indaffarato, avevi fatto colazione, dovevi fare la cacca e poi andare a fare il bagno in piscina e sei passato all’improvviso dall’altra parte dell’Infinito. Ti ha preso come se avessi fatto un balzo una signora paffuta che ha proteso le mani verso di te che arrivavi altrove, così ha detto Max, l’uomo Sensibile. Non può che essere così, lo ha detto anche Mamma! In due giorni di tentativi di salvarti con tutta la tecnologia che abbiamo in questo mondo e che avevi impiantata nel petto non c’è stato niente da fare. Sei rimasto qui un paio di giorni per farci abituare alla tua assenza ma eri già volato via a giocare Felice altrove. Questo realizza Mamma appena si spegne la macchina. Anche questo mi lega ineluttabilmente e per sempre a Tua Mamma, ovunque soffi il vento in questa vita. Mesi dopo a parlare con Sonia, il Ponte, Tu mi dici di Max e di una sua particolarità che solo io posso sapere avermi detto. L’ennesima riconferma che non c’è un piano per prendermi per il culo e farmi uscire pazzo ma un tassello dopo l’altro il puzzle si compone, altrove sei Vivo e stai Bene: “La morte non esiste!”. Sei andato svelto a fare altro. Lo scapparti la cacca e l’andartene così di corsa è continuità di Vita!
Il dolore a noi non serve più a niente. Lo lasciamo lontano da noi. Seguendo il percorso della trasformazione del dolore in Amore siamo passati a vivere la serenità e la meta è tornare ad essere Felici! Tutto, sempre, insieme a Te.
Papo, adesso finalmente so cosa dire ai bambini riguardo il senso di questa Tua vita terrena così intensa, piena e breve. Comprendo il perché.
Resta anche la Tua Lezione della Leggerezza, quella che Mamma e Totta sono Maestre a Vivere! Io non ho mai voluto e non voglio essere un cazzo di depresso triste, apatico, abulico e lamentoso. Quella mutilazione dovuta alla Tua assenza fisica è diventata moltiplicazione esponenziale di Forza ed Energia, il quel cazzo di buco che ho dentro l’Anima ci sei Tu che sprizzi Gioia e Amore! Ci sei Tu che riempi e permei ogni cosa!
Mi fai Testimoniare e dire ogni giorno a ‘sto cazzo di mondo distratto di merda nel quale tutto si fagocita veloce e la tecnologia è asservita al business che LA MONTE NON ESISTE! Cosa cazzo c’è di più Rivoluzionario ed Amorevole!!? Per questo dico, scrivo, vivo e coltivo nella pratica quotidiana questo Pensiero:
Finché a Papo non verrà assegnato per Merito Umano e Artistico Nobel e/o Pulitzer e/o Oscar io non mi fermo, ho da Lavorare, ci vogliano tutti i prossimi 40 anni. Cosa ho di meglio da fare se non stare con Te? Pianeta Terra, Segnatelo, Grazie!
Papà

20171015_164503

20171015_165858

20171015_165904

22 ottobre 2017
SALUTO A PAPO 1

Lettera 360

Pianeta Terra, Segnatelo!     Ciao Papo, sabato scorso Sveva ha dormito da noi, la mattina successiva riaccompagnandola a casa ci siamo imbattuti nella folta comunità cinese che popola Pellegrino Rossi. Ne scorgevo le facce e mi è tornato in mente quando al battesimo di Sveva vedresti per la prima […]
19 ottobre 2017
357

Lettera 357

Lo Spettacolo più bello Ciao Papo, per questo documentario, anche a sfondo scientifico, ringrazio di Cuore l’amica Silvia che me lo ha caldamente consigliato. Ne suggerisco la visione a tutte le persone che vivono un forte dolore a causa di un lutto. Vederlo e sentirlo rinsalda la Certezza che non […]
18 ottobre 2017
20171018_195040

Richiesta di partecipazione al video della canzone di Papo “Ti amo Beby”

Ciao Tutti, abbiamo molto piacere a coinvolgervi nella realizzazione del video della canzone “Ti amo Beby” scritta da Papo all’età di 9 anni (vedi foto testo Originale di Papo). NB: Dopo aver letto le istruzioni, in risposta a questo post, scrivetemi che volete partecipare al video così vi ricontatto io […]
12 ottobre 2017
IMG-20140326-WA0002

Lettera 350

Arriverà il momento   Ciao Papo, ieri Umberto, il papà di Ale mi ha scritto così: “Mio caro amico, sempre grazie per il conforto che mi dai. Io da parte mia mi convinco sempre più che la più vera e dolorosa manifestazione dell‘amore per il mio figlio ‘Già partito’ è […]
11 ottobre 2017
IMG-20171010-WA0032

INSIEME MA AD OGNUNO LA SUA MISSIONE!

Ciao a tutti, leggete l’articolo uscito ieri 10.10.’17 su “La Repubblica salute”. A me personalmente ospedali, politica, schieramenti, campagne, cattedre, simposi, riunioni, dibattiti pro e contro la qualunque mi spiazzano e mi lasciano triste e desolato non ho bisogno di questo. Ho bisogno di Vivere l’Arte che mi ha Regalato Papo. […]
9 ottobre 2017
IMG-20150103-WA0002

Lettera 348

Meno “Ambulagne” più Bis!     Ciao Papo, ieri Totta realizzava che l’ambulanza dovrebbe chiamarsi: “Ambulagna” perché fa un rumore insopportabile e perché trasporta chi è ferito, s’è fatto male e si lamenta. A tre anni osservavi: “Io e And(r)e abbiamo il pisello, Mamma e Ca(r)lotta la pisella”. A sei anni […]
5 ottobre 2017
22221501_537065699974066_4783399583174933058_n

Lettera 344

Allenarsi a Sognare     Ciao Papo, stasera mi sono allenato per la Festeria! Ieri abbiamo guardato un programma di cucina che mette in lizza quattro ristoratori. Carbonara, Cacio e pepe e Amatriciana ci avevano fatto sbavare come dei bull dog. Oggi Totta arrivava a casa tardi dall’allenamento cosi ho […]
30 settembre 2017
Screenshot_2016-10-14-14-08-24-1

Lettera 340

Grazie!     Ciao Papo, è cominciato il fine settimana di fuoco! Ieri sera sono andato coi Nonni a vedere lo spettacolo a Te dedicato dall’Accademia Freak Musik Company. Ci torno anche domenica sera con Mamma e gli Zii! Uno Spettacolo a misura Tua misura Papo! C’era tutto: risate, pianti, […]
29 settembre 2017
Pappp

Lettera 339

Linea di Confine   Ciao Papo, fino a quando eri da questa parte dell’Infinito eri questo Grandissimo Comico Artista Bambino: Ultime da casa Vaniglia… Papo mentre gioca. Usando Ehhi (Henry amico di Spiderman, Papo saltava a piè pari la “R” ha iniziato a pronunciarla a 4 anni quando tutti avevamo […]
28 settembre 2017
IMG-20141214-WA0008

Lettera 338

Sulla figlia del dottore…     Ciao Papo, è una ferita aperta il tempo la sutura non le si mette sopra sale ma lei si apre e fa male. Non ci sono disinfettanti, creme, lozioni e medicine solo cuore, mente, ed un emotività organizzata per non perire del soffrire. I ricordi […]