Abbracci contro i freddi burocrati

 

 

Ciao Papo,
non ce la faccio più a non scriverti… devo, Sento, ho bisogno almeno almeno di scriverti!
Dice il Saggio attraverso Forrest Gump: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita” e così nelle due scorse settimane in cui non ti ho scritto mi è capitato prima di andare alla Tua scuola a fare la presentazione del Tuo Libro ed essere travolto dalle risate, dall’affetto e dall’entusiasmo dei bambini ed il giorno dopo di andare a fare il 730, è una roba che si fa in Italia per pagare le tasse, e scoprire che metà dei nostri guadagni riguardanti il Tuo Libro se ne vanno in tasse. Vivo un giorno la Beata Spensieratezza della Fanciullezza e quello dopo la fredda ingiustizia della burocrazia che vorrebbe regnare sovrana nella vita degli adulti e ruba dal salvadanaio dei bambini e della beneficenza. A scuola vengo letteralmente travolto da tutti i bambini presenti che vogliono essere timbrati sulle braccia con i Tuoi timbri “Avete fatto bene a regalarci i vostri soldi” (avevamo devoluto tutto in beneficenza) e “Alla prossima volta!”. Lunedì sono tornato in un’altra scuola e l’accoglienza è stata la stessa! Festa! Qui c’eri perché quella Piumetta in fondo al parcheggio, dopo tre giri dello stesso per trovare un posto ce la potevi mettere solo Tu affianco al mio piede che scende dall’auto. Continui ad avere nuovi amici! Insegni la Leggerezza! Insegni che la morte non esiste! Tutto Grazie al Tuo Potere Magico:
 
Mamma e Tu Papo ve la raccontate riguardo l’incontro con una tal persona, Mamma ti fa: “E ti ha detto di non dire parolacce!!?”. Tu: “Ma come!!? A me dire le parolacce dà sollievo! Quando mi sento giù mi dico un bel po’ di parolacce sottovoce e mi sento meglio!”.
 
Cena, Totta come tutte le sere ha il “troppo pieno” saturo e va in bagno. Trenta secondi e mi chiama per andare a pulirla. Mamma mi anticipa: “Arrivo piccola!”. Io a ruota: “Arrivo Tottina”. Tu repentino: “Ma vi piace così tanto andarle a pulire il culo!!?”.
 
Papo, non ci far mai mancare i tuoi abbracci! Grazie!
Papà
27 aprile 2018

Lettera 466

Abbracci contro i freddi burocrati     Ciao Papo, non ce la faccio più a non scriverti… devo, Sento, ho bisogno almeno almeno di scriverti! Dice il Saggio attraverso Forrest Gump: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita” e così nelle due […]
14 aprile 2018

Lettera 465

E se sono pazzo, non me ne frega un cazzo!     Ciao Papo, li chiamano ricordi… ci hai fatto caso che da mesi scrivo le Tue Massime e le Tue Battute al presente? Non sono ricordi ma Presente! Ricordi, semplici ricordi, passato che non torna, niente di più distante […]
12 aprile 2018

Lettera 464

Sentire l’Orizzonte     Ciao Papo, arcani affascinanti e misteriosi regnano su questo mondo che fluttua in una combinazione Caotica di Universi sovrapposti governati da Leggi Fisiche, Leggi dell’Anima, Leggi Meccaniche e Leggi Spirituali. Sabato scorso a Crema, Ennesima presentazione del Tuo Libro, siamo ad una quarantina di presentazioni in […]
7 aprile 2018

Lettera 463

La Comicità è una Predisposizione al Vivere Meglio     Ciao Papo, cosa altro ti racconto…!!? Cos’altro ti racconto…!!? Ma se siamo sempre Insieme cosa ti devo raccontare…!!? Come ieri pomeriggio sul lettone con Totta a fare le prove “Solleticologiche” quando ci siamo trovati nella posizione dei ballerini e a […]
31 marzo 2018

Lettera 461

Avanti con il sorriso sul Muso e nel Cuore!     Ciao Papo, l’altro giorno è arrivato dall’altra parte dell’Infinito un bravo signore mite dai modi garbati di nome Fabrizio. Tu non lo hai mai visto in tv perché Noi non abbiamo mai guardato molta tv ma molti film. A […]
21 marzo 2018

Lettera 457

Fiato di Stelle     Ciao Papo, domenica sera sono andato con Zio Pallo a guardare: “Maria Maddalena”. Ti avrebbe sfracassato i tenerini dalla noia, interessante sapere che Maria Maddalena sia stata a tutti gli effetti un apostolo, probabilmente l’Apostolo! Ci sono voluti quasi 2000 anni, con un editto vaticano […]
17 marzo 2018

Lettera 456

So i speak in dutch     Ciao Papo, ciao Firenze, soddisfatti e stanchi si torna a casa. Applausi a scena aperta per la presentazione del Progetto Supereroi crescono. Papo, e non hanno ancora letto Bambino Libro e ascoltato la Tua Musica. Ho aperto il mio intervento dicendo: “I’m sorry […]
13 marzo 2018

Lettera 455

In Viaggio con     Ciao Papo, oggi la Tua fidanzata Luna compie 5 anni. Sarà una gran festa per boschi! Ti preoccupavi sempre di quanto avrebbe vissuto Luna, di quanto tempo t’avrebbe accompagnato in ‘sta vita e poi te ne sei andato prima Tu… l’Orizzonte sono due “Sì”. Un […]
12 marzo 2018

Lettera 454

Intanto Balliamo     Ciao Papo, venerdì, spinto dal bisogno di ricevere il Tuo aiuto, perché venerdì avevo bisogno di ricevere il tuo aiuto, ho iniziato a scriverti a valanga. Il perché abbia sbagliato a pigiare il tasto del salvataggio ed abbia cancellato tutto, proprio venerdì che avevo così bisogno […]
4 marzo 2018

Lettera 452

(∂ + m) ψ = 0     Ciao Papo, questi sono i due Cuori che hai Regalato alla Tua Mamma in questi giorni di neve. Improvvisi, inusuali, inaspettati, intonsi nella loro Meravigliosa Bellezza, pieni zeppi strabordanti di Stupore Bambino! Perfetti come solo la Tua impalpabile ma presente mano puoi […]