Brividi al Cuore

 

 

Ciao Papo,
stamattina a Coelhone è uscita questa:
“Il guerrigliero della penombra, crede nel progresso. Come Marx crede esista una forza positiva, oggettiva, che spinge la Storia verso il meglio. L’Intelligenza dei Popoli. Crede che ora, ancora, l’umanità non sia matura ma crede che il percorso sia irrinunciabile. Abbiamo internet, abbiamo la voglia di unirci, abbiamo la necessità di farlo ma siamo scissi nell’insondabile abisso che passa tra pigiare un ‘mi piace’ e fare davvero qualcosa per qualcuno, non sapendo nemmeno cosa fare per noi stessi.
Paulo Coelhone – Il Manovale del Guerrigliero della penombra”.
 
Mi è arrivato un Commentone molto bello su quanto sia importante vivere nel proprio centro e volersi bene, volere bene bene per primi a sé stessi per poter amare veramente, liberamente e completamente il prossimo. Avevo scritto una battuta anche su quest’ultimo concetto:
“Amore non è legarsi, trattenere e obbligare ma lasciare andare. Vi Amo a tal punto che potete tranquillamente andare tutti affanculo!”.
 
A questa persona così cara e dolce ho spiegato:
“Bellissimo quello che digiti ma Coelhone racconta iperboli, dice battute, spara cazzate, dissacra. Capisce di non capire, non si bea del suo rincoglionimento ma tanto meno si prende troppo sul serio. Non ha nessuna volontà di essere preso sul serio, tutt’altro! Effettivamente devo tirargli le orecchie perché questa boutade non gli è venuta troppo bene… è troppo Profonda pure per un Abissale Coelhone!!”.
 
Papo, com’è stata dura la presentazione di ieri. Com’è dura quando si vede solo serietà, dolore e tristezza. Sono stato presentato con parole così complicate e pesanti che solo Tu potevi sollevare la situazione, quindi ho aperto Bambino Libro e ti ho dato voce:
“Quando Totta ci mostrò i suoi disegni ad acquarello fatti al laboratorio di pittura, ci complimentammo. Ci disse che due suoi amichetti avevano ricevuto dei supercomplimenti dalla maestra: «Hanno disegnato dei fiori come Van Gogh». Tu: «Si sono tagliati un orecchio?». Oppure quella volta in
cui tu, tutto cipiglio e sicumera, dicesti: «Ho delle prospettive, sono determinato e non me ne frega niente di cosa mi dicono gli altri!». Io: «Bello, Papo, bravo, ammirevole! E qual è il tuo obiettivo?». Tu: «Guardare il film stasera anche se oggi pomeriggio ho visto i cartoni e giocato alla Wii». Il bello è
che trattavi così tutti, anche il resto della famiglia. Sgridato da Zia Ale in dolce attesa del primo figlio: «Zia, ti stai già allenando a fare la mamma?».”.
Ed ancora: “Quando ti veniva a prendere al centro estivo facevi sempre finta di non vederla, le passavi oltre, ti facevi chiamare e poi le dicevi: «Nonna, ciao! Come ho fatto a non vederti…? Sei così cicciona!». Certi complimenti non li risparmiavi mai, come quando le dicesti: «Sapete che l’altro giorno una maestra ha compiuto trentasei anni ma io le ho detto che pensavo ne avesse cinquantadue?». Nonna partì con una lunga spiega sulla cortesia, l’educazione e la galanteria che si concluse con: «…perché, Papo, devi sapere che alle donne piace essere giovani e magre». Tu, lesto, confermasti d’aver assimilato il concetto: «Tu, nonna, non sei nessuna delle due!».”.
 
Poco a poco hanno cominciato a ridere tutti! Rideva tutta la sala, relatrice compresa, delle Tue Mirabolanti Battute ed anche ieri sei riuscito nel Prodigio di levare di torno quell’aura di smarrimento e desolazione per il bambino morto ed hai fatto Vivere la Verità Manifesta di un Bambino SuperFigo SuperEroe con le palle a dodecaedro stellato!! Io Persone Grandi come Te Papo, Tua Sorella Totta e Tua Mamma Nik non ne ho mai incontrate. Così serene, allegre, sorridenti e piene di Vita da non poter fare a meno di raccontarlo che c’è Vita oltre la morte e che si può Vivere anche con la morte nel cuore.
Ieri Yuri, il papà che ha organizzato la presentazione, mi ha raccontato è stato da Sonia, il Ponte, il nostro Ponte. A chi me lo chiede io do tranquillamente il numero di Sonia, chiedo solo la cortesia di non farmi sapere niente, né se si trovano bene, né se si trovano male, non voglio sapere niente. Non voglio che ciò che c’è tra me, Te e Sonia possa essere inquinato dalla percezione, dagli umori e dalle ansie di altre persone. Yuri però una cosa Incredibile ha voluto dirmela per farmi del bene, del Gran Bene! Perché purtroppo la Tua assenza fisica e l’ingiustizia che ci sentiamo addosso noi genitori il cui Figlio ha lasciato prematuramente il suo corpo terreno, sono così dure da mandare giù che abbiamo bisogno di continue certezze riguardo il vostro continuare a vivere. Mentre attraverso il Ponte Yuri parla con sua Mamma, questa si ferma un momento e dice: “Luca. Chi è Luca?” a Yuri non viene in mente nessuno con questo nome. Prosegue la Mamma tramite il Ponte, uso nomi di fantasia per non mettere in imbarazzo anime e persone coinvolte: “Roberta. Luca ti dice di dire a Roberta che sta bene!”. “Luca” da qualche mese è dall’altra parte dell’Infinito. “Roberta” è la ragazza di “Luca” e Yuri è amico di “Roberta”. A Yuri Incredibilmente Torna Tutto! Quasi non gli interessa più sapere e parlare con sua Mamma che Vive Altrove da oltre vent’anni perché una Prova così Incredibile della continuazione della Vita il Ponte non poteva dargliela. Non era umanamente e logicamente possibile che Sonia potesse conoscere queste persone, queste anime, questi accadimenti e farli tornare tutti in fila. Io mi porto a casa l’Ennesima conferma che è Tutto Vero e Tu Altrove Sei Vivo!
 
Quando un 8 è stanco stravolto e va a nanna nasce un Infinito! Papo, prometto che domani te la racconto, oggi, con quella faccia da monello e queste Coincidenze da Bellissimi Brividi che fanno battere il cuore più forte, avevi ancora Tu da Stupirmi, Grazie!
Papà
27 novembre 2017

Lettera 391

Brividi al Cuore     Ciao Papo, stamattina a Coelhone è uscita questa: “Il guerrigliero della penombra, crede nel progresso. Come Marx crede esista una forza positiva, oggettiva, che spinge la Storia verso il meglio. L’Intelligenza dei Popoli. Crede che ora, ancora, l’umanità non sia matura ma crede che il […]
25 novembre 2017

Lettera 389

Battito dell’Universo     Ciao Papo, Giulia con la sua mamma e la sua sorellina nel negozio degli addobbi di Natale cercavano la Piuma di Papo. Louisiana si è incisa un cd ed in auto ascolta le Tue Canzoni. Veronica fa come Louisiana ma col telefonino. Oggi sono stato assorto […]
24 novembre 2017

Lettera 388

Economia alla Bubka     Ciao Papo, ti stavo scrivendo una cosa che mi piaceva tantissimo raccontarti, stasera o domani la finisco e te la mando, poi tra radio e feisbuk ho continuato a nastro a sentire menzionare di ‘sta idiozia del black friday, una delle più grandi puttanate che […]
23 novembre 2017

13.12.’17 ore 10.01

13.12.’17 ore 10.01   Ciao Tutti, se siete analogici come me che sono figlio degli anni ’70, segnatevi sull’agenda il giorno 13.12.’17 alle ore 10.01. Se siete Evolutissimi Bipedi 2.0 segnatevi nel telefonino o nel tablet il giorno 13.12.’17 alle ore 10.01. Quel giorno a quell’ora succede che vi facciamo […]
22 novembre 2017

Lettera 386

Contento di morire     Ciao Papo, qualche settimana fa Gabriella, una Signora che legge le Lettere, mi ha suggerito di avvicinarmi ad Alberto Maggi. E’ un Frate. Gabriella dice che Te, lui ed io diciamo la stessa cosa riguardo l’inesistenza della morte. Pensa che come Te e me è […]
18 novembre 2017

Delirio “Ti Amo Beby”…

Ciao Tutti, la mia speranza era di regalarvi il video della Canzone di Papo “Ti Amo Beby” per Natale. Ho un problemino… che farò risolvere privatamente, direttamente da Mister Wolf “Risolvo problemi” de Le Iene  turbatevi se sentirete suonare il campanello di casa! Le parole che compongono “Ti Amo Beby” sono […]
17 novembre 2017

Accetta il Consiglio di Nonna Annalisa e Nonno Zazzà

  Buongiorno a Tutti, mi tolgo subito dall’imbarazzo di dirvi ciò che tengo a comunicarvi andando dritto al dunque. Io non faccio marketing, anche il lettore più distratto lo sa. Nella storia di Papo non ci sono le classiche dinamiche di mercato, non si sfruttano le emozioni delle persone, non […]
14 novembre 2017

Lettera 380

Gelataio della Meraviglia     Ciao Papo, domenica mattina, Totta facendo i compiti: “La nuora è la femmina del maiale?”. Io e Mamma ribaltati, nuora e scrofa in effetti sono facilmente confondibili… mentre prosegue a fare i compiti mi arriva un messaggio da Macilla: “Dai un bacino a Totta che […]
12 novembre 2017

Lettera 379

Campione del mondo dei due Mondi     Ciao Papo, porta pazienza oggi, è domenica e Totta è a una festa di compleanno in piscina. Io tra poco vado a giocare a calcetto con Miky e Tommy, qui abbiamo sempre tutti la curiosità di sapere se Tu e Davide vi […]
12 novembre 2017

Lettera 378

Artista del Tutto Insieme     Ciao Papo, la vita vera, fatta di ore che passano, susseguirsi di accadimenti, noia, cazzate e intuizioni, Ispira l’Arte. L’arte pesca nel quotidiano del vivere a piene mani e per ringraziarlo Cristallizza e Sublima Piccoli Preziosi Momenti di Magia Quotidiana rendendoli Eterni. Così nascono […]