Sentiero d’Amore

 

 

Ciao Papo,
ieri Fizzo, il mio amico di sempre, quello col quale non scambio mai troppe smancerie mi ha scritto così:
Non ti chiedo mai veramente come va perché mi sembra una domanda del cazzo, comunque oggi voglio dirti una cosa: hanno chiesto a Fede di portare a scuola per un lavoretto di religione, credo, il loro tesoro più prezioso (un oggetto che loro considerano importante). Fede ha portato a scuola la foto di Papo… questa cosa mi ha fatto molto piacere, molto piangere, molto sorridere. Per Fede era un riferimento e son contento che se lo porti dentro!
Ciao figlio di pulla! Ci vediamo domani sera!
E’ questo ciò che hai fatto e ciò che stiamo continuando a fare insieme: portare Bellezza dentro le altre persone! Tu ci hai insegnato a Vivere, dal primo all’ultimo istante del tuo percorso terreno sei stato un bambino Allegro, Sorridente, Geniale, Fantasioso, Bello come il Sole! Ci hai insegnato come si fa ad affrontare il più tremendo dei mostri con la Leggerezza il Coraggio e l’Indifferenza di un Bambino, profondo come la Luna! Ci hai insegnato anche che la morte non esiste veramente, ogni giorno possiamo decidere di vivere la nostra vita anche se ferita e menomata. Io non sto facendo nulla di straordinario, sto solo provando a Crederci e a raccontarlo.
Ciao Sentiero d’Amore!
Papà
5 maggio 2017

Lettera 217

Sentiero d’Amore     Ciao Papo, ieri Fizzo, il mio amico di sempre, quello col quale non scambio mai troppe smancerie mi ha scritto così: Non ti chiedo mai veramente come va perché mi sembra una domanda del cazzo, comunque oggi voglio dirti una cosa: hanno chiesto a Fede di […]
3 maggio 2017

Lettera 216

“Papo me lo dai un consiglio? Guarda che casino in cucina, sala, cameretta, camera e bagno. Devo fare polvere, spazzare, lavare i pavimenti, svuotare e riempire lavastoviglie, dividere e buttare l’immondizia. Non so da dove cominciare, troppa roba da fare, sono confuso e perdo tempo. Da dove devo cominciare!!?”. Papo […]
29 aprile 2017

Lettera 212

Cambia, tutto cambia   Ciao Papo, tutto cambia: https://www.youtube.com/watch?v=_erZOIFrym0 quando Mercedes ha scritto questa canzone era in esilio, esili vuol dire costretta a stare lontano dalla sua terra. Io ti scrivo in esilio dalla mia vita. Io non smetto di cercarti. Eri un bambino indaco? Lama Tashi ha detto che […]
27 aprile 2017

Lettera 210

L’Artista dei due mondi a cavallo dell’Infinito   Ciao Papo, ieri notte ti ho sognato. Eri nella vasca da bagno con Totta, io sapevo che in questa vita eri morto e ti guardavo ed ero contento perché eri tornato vivo. Mi domandavo tra me e me: “Ma Papo mica è […]
25 aprile 2017

Lettera 208

Lo schienale molesto, Sepulveda, la piumetta e la montagna    Ciao Papo, eccoti tornato qui al tuo posto con il tuo bellissimo viso! Te lo immagini se torni veramente le feste che facciamo…!!? Perché tu mi fai trovare le piumette e io non posso mandarti niente? Di tutto il casino […]
20 aprile 2017

Lettera 205

Silenzio     Ciao Papo, ne succedono così tante o così poche e rimane sempre tutto così immutabile pur andando tutto così di corsa che ho solo bisogno di silenzio. Beato silenzio. Silenzio dannato bannato silenzio like, cuori, commenti, silenzio ore 9.00 Lettera, ore 14.00 Cuori, ore 18.00 video, silenzio […]
19 aprile 2017

Lettera 204

Sospesi su una linea dritta come l’orizzonte     Ciao Papo, ieri Lettera 196, oggi la 204. 204 perché le Lettere 90 (Rifuggiremo gli stronzi!) sono 4 anziché una sola e Purtroppo, Saluto, Grazie e Lettera 0 non le avevo contate. Faccio conti per distrarre la mente, per saltare la […]
18 aprile 2017

Lettera 196

Sono incazzato     Ciao Papo, sono incazzato. Sono incazzato perché in questa foto non ci sei. Sono incazzato perché sei arrivato quando avevamo trent’anni e tutta una vita davanti. Ci hai sconvolto l’esistenza, come è Sacro Santo che un bimbo faccia, sei diventato Grande tutto d’un tratto e te […]
17 aprile 2017

Lettera 195

Faro dei granchi     Ciao Papo, sono davanti al mare a spasso con Luna, ti sto scrivendo da un tronco d’albero finito chissà come qui in spiaggia. Il faro saldo osserva il mare, l’intelligenza del cemento armato contro la prepotente imprevedibilità della natura. Luna tiene d’occhio tre cigni, lo […]
14 aprile 2017

Lettera 194

A guadagnarsi la prossima notte     Ciao Papo, mi è capitata sotto mano ‘sta roba che avevo scritto un paio d’anni fa: Ieri io Papo, Totta, Luna ed il nonno tra andata, ritorno, ricerca e ritrovamento, ci siamo sparati in scioltezza almeno 3.5 km a piedi tra monopattino e […]