Guerriero

 

 

Ciao Papo,
quest’altra canzone l’hai sentita anche Tu quando eri anche orecchie. Ha qualche anno ed eri ancora materia anche Tu. Ora Senti e Risuoni così forte che forse sei una specie di Altoparlante Orecchio Gigante che viaggia al di sopra dello spazio nell’Infinito.
Papo, chi lo ha detto che non si passa il sabato sera soli? Chi lo ha detto che non si passa il sabato sera al pronto soccorso senza che ci si sia fatti male? Se mi guardo da fuori penso sia una roba da spostati. Da dentro Sento che così è e ci sto come ci devo stare, fare quel cazzo che mi viene in mente nel momento in cui mi viene in mente è il lusso che mi concedo quando non c’è Totta. Erano comunque stati giorni positivi quelle due settimane di ricovero a Niguarda, passandoci affianco mentre ascoltavo l’altra canzone m’è venuto da fermarmi ed entrare, come fosse un posto familiare, quasi casa. Come ti stava sui tenerini l’ospedale. Come mi pesa me casa Nostra i giorni senza Totta. Da tre ore che sono seduto al pronto soccorso pediatrico tra bimbi e ragazzini che si annoiano, piangono e strillano.
Papo, chi dice chi lo ha detto? Chi dice e continua a metterci parole per riempire buchi vuoti? Chi riempie di parole anche i buchi pieni? io… io, io! Chi lo prende tutto quell’Ego ferito, lo infila in un cesso e tira lo sciacquone? Chi la prende tutta la mia rabbia e me la caccia via di dosso?
io, solo io, ma senza Ego. Questa è la mia Sfida, il gioco al quale mi ha iscritto questo nuovo giro di giostra chiamato vita. Partecipare all’unica partita cui ti spetta giocare, con addosso una delle più brutte bestie, un Ego ferito a morte, è roba per poche teste di legno che per Evolvere devono passare obbligatoriamente da qui.
Papo, fino a quando sei rimasto fisicamente qui con Noi, questa canzone la dedicavano a me e Mamma pensando fossimo i Tuoi Guerrieri… mica lo vedevano che eri Tu il Nostro Guerriero e il Nostro Senso. Come era facile fino a quando c’era un Senso manifesto e tangibile.

Piove, lo vedi? Lo stai facendo?
Papo, io chiedo alla pioggia che lavi via tutto quel che deve scivolare di dosso. Grazie!
Papà

27 ottobre 2018

Lettera 553

Guerriero     Ciao Papo, quest’altra canzone l’hai sentita anche Tu quando eri anche orecchie. Ha qualche anno ed eri ancora materia anche Tu. Ora Senti e Risuoni così forte che forse sei una specie di Altoparlante Orecchio Gigante che viaggia al di sopra dello spazio nell’Infinito. Papo, chi lo […]
24 ottobre 2018

Lettera 550

il Vero che ti Vive Dentro     Ciao Papo, oggi feisbuk mi ricorda che tre anni fa scrivevo questo messaggio e postavo questa foto a Doc Iacopo e Lui mi rispondeva nell’unico modo possibile, Regalandomi Fiducia e Speranza, con cautela, certo!, ma Fiducia e Speranza. “Nonostante tutto ognuno vede […]
23 ottobre 2018

Lettera 549

Bissa il Bis     Ciao Papo, ti sto scrivendo poco, Tu sai perché, scriviamo sempre insieme e ci confrontiamo riguardo come scriverti in modo che a Te, a me e a chi Deve resti il Senso del Nostro dire e chi non deve, non capisca. Leggono in tanti è […]
2 ottobre 2018

Lettera 545

Ennesimo Incredibile     Ciao Papo, Nonno Zazzà cerca ad Emma il caschetto per andare in bici con lo Zio Frenk. Va in box, guarda tra i ripiani, vede il Tuo seggiolino di quando eri piccolo, ci sono poggiati sopra i caschetti Tuo e di Totta, Nonno solleva quello rosa […]
28 settembre 2018

Lettera 544

Pirata d’Amore     Ciao Papo, lo sai che oggi gira dentro questo, perché dirti altro se è questo che muove, vaga e vortica dentro…!!? Lacrime costretto a vivere una vita da marinaio in porti che non conosco adrenalina e desiderio bruciano il mio ingombrante passato nessun porto sicuro l’attracco […]
22 settembre 2018

Lettera 542

Apporti e Sincronicità       Ciao Papo, Nonno Zazzà parcheggia l’auto, scende, s’incammina e sta venendo a trovarti, lì dove c’è un marmo con sopra la Tua Foto, il Tuo nome “Jacopo Pilotta”, il Tuo soprannome “Papo”, l’anno in cui hai messo piede ‘sta volta in ‘sto mondo, l’anno […]
14 settembre 2018

Lettera 540

Le Parole sono Importanti!       Ciao Papo, un pastore del Caucaso… Capitan Caveman… Saddam Hussein… in chi mi sto reincarnando senza manco essere trapassato…!!? Dopo Lettera 539 mi hanno scritto alcune Mamme che hanno un vissuto come il mio, con un Figlio Altrove, dall’altra parte dell’Infinito, ho Sentito […]
10 settembre 2018

Lettera 538

Pittore Volante     Ciao Papo, mi Regali Piumette, Cuori, Coincidenze, “J” e “P” ma da un po’ non sento Tue battute, sento tutte quelle di Tua Sorella quando siamo insieme. Ti va di spararmene un paio? Papo a luci rosse… Giocando sul tappeto con zia Pally, Totta e Sveva […]
6 settembre 2018

Lettera 534

24-25-26 agosto, ultimi tre giorni di vacanza solitaria in Montagna al Toce       SULLA MIA BACHECA SCRIVO COSì PER ONORARE IL “DONO DELLA SINTESI” CHE ACCOMPAGNA L’EFFICACIA DELLE BATTUTE: 24-25-26 agosto, da solo in Montagna ho: – dormito all’aperto sotto Luna e Stelle a 2500 mt; – scalato […]
4 settembre 2018

Desidero essere aiutato a pubblicare il Disco “SuperEroe” Grazie!

Ciao Tutti, oggi non mi rivolgo a Papo ma a chi legge quotidianamente la Sua Storia e può farla volare!   Oggi mi arriva questo Messaggio-Regalo da “M”. “M” mi scrive ciò dopo aver ascoltato il Disco “SuperEroe”, tutte le Canzoni di Papo ed aver guardato il libretto con i […]