Albero, Voglia, Fantasia e Talento

 

 

Ciao Papo,
carte segnate alla nascita, mescolate e perse nel mazzo, tutti che parlano alla Luna, la Luna che ascolta tutti e non parla con nessuno. Da sabato non Ti scrivo, Tu sai che faccio fatica a non scriverti perché a scriverti fatica non ne faccio nessuna.
Poesie, o robe che gli assomigliano, oggi ne ho quattro da mandare a Te, al Tuo Amico, ai miei Santi e all’Universo.
Albero, Voglia, Fantasia e Talento, così si chiamano ‘sti pensieri carichi di domani e di ieri.
 
Albero
radici folte e profonde
più delle fronde.
Susseguirsi di stagioni
ristoro e culla di ucelli.
Scisso
tra la linfa della primavera
e l’inverno di ciò che è stato.
Turbine di umori ed emozioni
uragano che strappa i rami
e fa scappare gli uccelli
quiete roboante
silenzio assordante.
Meraviglioso Abete
spirito di adattamento
saldo nelle sue radici profonde
che sono gambe affusolate
preludio al cambiamento
smarrimento del momento
vigoroso e amato Albero della foresta.
Fronda di Cielo
ti conoscono così gli uccelli
che si appoggiano su di Te,
ognuno il suo, ti cinguettano
il proprio canto d’Amore.
 
Te la strappano via con le unghie,
affinché i brandelli di carne ancora pulsanti smettano di vibrare.
Perché non c’è realtà più controllabile di chi ne è privo.
La tengono a bada con giochi, con il lavoro,
con una moglie e con un marito,
persino coi figli,
con la noia, col tg, con l’auto nuova fiammante,
e te la fanno scordare.
La Voglia.
La tua voglia di vivere e amare
senza dogmi da rispettare,
cerchi da far quadrare,
e sbarre da segare.
Ma solo con l’immenso desiderio
di farsi prendere e lasciarsi andare alla Vita
che è tornata a bussare.
 
Anche senz’ali ti porta via.
Pure se hai i piedi legati,
le mani in pasta e la testa bassa.
È quel che non devi lasciarti scappare
perché se no non ti resta che uscire a comperare.
Ma il soldo non acquista né ricchezza né felicità,
e spenderci dietro troppe ore per racimolarli
altro non ti lascia che stanchezza e avidità.
Il tuo tesoro è tutto in quel che riesci ad inventare,
perciò non lasciarla andar via, coltiva la Fantasia!
Ce l’abbiamo tutti ma non ce ne curiamo,
perché dicono sia più comoda una casa di mattoni
che una capanna su un ramo,
ma vuoi mettere il panorama!!?
Dove finiscono gioia, colori e profumi
se lasciamo morire nel grigio la città?
Hai anche tu un’arma,
che non fa feriti né morti ammazzati,
non te la far rubare, seguila!
Perché poi magari capita che c’incrociamo,
ci mettiamo assieme e coloriamo!
Ama l’Amore, Ama la Fantasia!
 
Talento
Te lo rubano
per farci merce.
 
Papo, la vasca da bagno è ancora segnata dai colpi del Tuo trapano camuno. Scassa tutto Tu Papo! Fallo Tu per me!
Io devo stare calmo e aspettare, dare tempo al Tempo. Si vede che a ‘sto passaggio terreno io devo imparare la Pazienza. Grazie!
Papà
6 febbraio 2018

Lettera 438

Albero, Voglia, Fantasia e Talento     Ciao Papo, carte segnate alla nascita, mescolate e perse nel mazzo, tutti che parlano alla Luna, la Luna che ascolta tutti e non parla con nessuno. Da sabato non Ti scrivo, Tu sai che faccio fatica a non scriverti perché a scriverti fatica […]
3 febbraio 2018

Lettera 437

Caos e Perché     Ciao Papo, saluto il “Caos” e chi gli da respiro con queste righe venute al volo, ritrovate nel bagaglio della mia Memoria.   Gira, cresce, non ferma continua, alimenta, domani ieri, oggi, cosa. Da cosa nasce cosa. Muore cosa, Caos. Diventa. Sorriso, notte, alba lacrima, […]
2 febbraio 2018

Lettera 436

Allergie d’Amore   Ciao Papo, oggi è una di quelle giornate così Felicemente Toste da stare attenti che non ci si spacchi il cuore… Oggi scrivi Tu a me, ti va? Spesso mi serve fare anche così ed oggi nella Tua Infinita e Spensierata Saggezza Bambina mi dici questo: Mentre […]
2 febbraio 2018

Doppio appuntamento trentino con “La Rivoluzione d’Amore”

Doppio appuntamento trentino venerdì 9 febbraio alle 17.00 alla libreria Àncora in corso Tre novembre a Trento, con letture di Annalisa Morsella; sabato 10 febbraio alle 10.30 nel foyer del teatro di Pergine Valsugana con letture di Denis Fontanari e alla presenza dell’assessore provinciale alla salute e politiche sociali Luca […]
1 febbraio 2018

Lettera 435

Sudare l’Amore     Ciao Papo, non sei destinato a un luogo triste. Tu Sei e Vivi nei Migliori Spazi immaginabili! Nulla che racconta di Te è e sarà mai triste! Questa pagina, il Tuo Libro, il Tuo Disco, il Tuo Musical, il Tuo Film quando si accorgeranno di Te, […]
30 gennaio 2018

Lettera 434

Principessa di Dolcezza     Ciao Papo, stai sempre bene vero? Si sta almeno senza acciacchi senza un corpo vero? Sei davvero tra gli Arcangeli e i Cherubini vicino vicino a Dio? Ti spupazzano le Vergini? O sei rinato tigre? Dicevi di non voler rinascere preda nella prossima vita! Io […]
26 gennaio 2018

Lettera 432

Anima Sorridente     Ciao Papo, mi domandano chi sei e come sei, io penso che meglio di come sai Vivere e Raccontarti Tu io non possa fare: Nonno: “Papo ha cambiato i gusti… non mangia più carne e non gli piace più nemmeno la Coca Cola…”. Io: “Ma… secondo […]
25 gennaio 2018

Intervista “La Rivoluzione d’Amore” a “Bel tempo si spera”

Non mi sono riguardato, non lo faccio quasi mai… non so se sembrerò un citrullo o un Ciuccellone… siamo stati trattati con garbo e cura. Personalmente mi piace e provo piacere a scrivere e a parlare con le persone nella vita vera, andare in tv è funzionale a far Vivere […]
25 gennaio 2018

Lettera 431

Come Luna e Sole     Ciao Papo, penso non sia questo, il mondo da ‘sta parte dell’Infinito, il luogo, lo spazio ed il tempo per prendere decisioni definitive. Penso sia il luogo, lo spazio ed il tempo nel quale ci si adatta a ciò che la vita ci sottopone, […]
22 gennaio 2018

Lettera 430

Avanti col culo scoperto     Ciao Papo, io penso che uno Magnifico e Splendente come Te sotto ogni punto di vista sia Impossibile rimetterlo a ‘sto mondo. Penso che una Deliziosa e Solare come Totta sia Impossibile rimetterla. Lasciate entrambi, ognuno a suo modo, un solco pieno zeppo di […]