Si Riparte!

 

 

Ciao Papo,
le muffe in doccia le ho pulite ma non ho nessuna voglia di imbiancare, ora vado al Castorasta a riportare la vernice bianca. Dopo faccio spesina all’Essebislunga e poi mentre tutti mangiano vado a correre. Cominciavo a scriverti così stamattina, riprendevo la buona abitudine di dedicarti il primo pensiero di giornata. Poi è andata che ho scritto questa battuta:
 
Lo Stupore è sempre Grande ed ogni anno, imperterrito, fatico a capacitarmene: certo che quest’anno il Primo Maggio casca proprio vicino al 25 Aprile…
(Prego astenersi dai commenti: algebristi, astrologi, astronomi, australopitechi ed in generale chi non è tanto Sagacemente Demente da caPirla, Grazie!).
 
Sai che ultimamente cinque persone, tutte addette a lavori o quasi, mi hanno proposto di tornare a fare cabaret? Piano piano vediamo… sto cambiando, ricostruendo e rimettendo in piedi un po’ tutto… e poi entro il giorno del Tuo compleanno voglio fare uscire il Tuo Disco! Te lo ricordi quando compi gli anni? Papo, perché siamo nati a solo due giorni di distanza? Papo, perché ci somigliamo così tanto in tutto? Certo, Tu molto più Figo, Bello e SuperEroe!
 
I giri li ha fatti Mamma, io ho messo a posto cameretta con Totta che è stata proprio bravissima! Ho fatto un bel po’ di repulisti e a correre ci sono andato nel tardo pomeriggio, poi ognuno per i fatti suoi. Ieri ho scritto ‘sta cosa:
 
…nel lungo lasso di Tempo, Quiete e Pazienza, necessari a Sentire l’Essenza di Vita, Amore e Morte, Realizzi che sono Rock’n’Roll, Fanno, senza chiedere permesso a nessuno.
 
Più Rock’n’Roll di Te che hai scritto a 9 anni il Rock’n’Roll nel sangue e Vita, Amore e Morte li hai presi in mano tutti insieme e sei saltato nella Luce…
Soldo di cacio, varda come ci eri piccolo dentro ma come ci stavi bene nella Tua casa con le ruote, dopo 20 mesi il Nostro CamperOne sta per ripartire e riprenderà a viaggiare! Se non sei troppo preso con tutte le Tue cose da sbrigare resta nei paraggi, ciao!
Papà
29 aprile 2018

Lettera 468

Si Riparte!     Ciao Papo, le muffe in doccia le ho pulite ma non ho nessuna voglia di imbiancare, ora vado al Castorasta a riportare la vernice bianca. Dopo faccio spesina all’Essebislunga e poi mentre tutti mangiano vado a correre. Cominciavo a scriverti così stamattina, riprendevo la buona abitudine […]
28 aprile 2018

Lettera 467

Parola d’Antina     Ciao Papo, mi regali anche oggi un po’ della Tua Magia?   Arriviamo lunghi col gioco di società alla pratica delle nanne, Tu Papo già prima del gioco continui a dirci che vuoi tirare fuori dalla loro acqua chimica dei cristalli, Mamma continua a dirti che […]
27 aprile 2018

Lettera 466

Abbracci contro i freddi burocrati     Ciao Papo, non ce la faccio più a non scriverti… devo, Sento, ho bisogno almeno almeno di scriverti! Dice il Saggio attraverso Forrest Gump: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita” e così nelle due […]
14 aprile 2018

Lettera 465

E se sono pazzo, non me ne frega un cazzo!     Ciao Papo, li chiamano ricordi… ci hai fatto caso che da mesi scrivo le Tue Massime e le Tue Battute al presente? Non sono ricordi ma Presente! Ricordi, semplici ricordi, passato che non torna, niente di più distante […]
12 aprile 2018

Lettera 464

Sentire l’Orizzonte     Ciao Papo, arcani affascinanti e misteriosi regnano su questo mondo che fluttua in una combinazione Caotica di Universi sovrapposti governati da Leggi Fisiche, Leggi dell’Anima, Leggi Meccaniche e Leggi Spirituali. Sabato scorso a Crema, Ennesima presentazione del Tuo Libro, siamo ad una quarantina di presentazioni in […]
7 aprile 2018

Lettera 463

La Comicità è una Predisposizione al Vivere Meglio     Ciao Papo, cosa altro ti racconto…!!? Cos’altro ti racconto…!!? Ma se siamo sempre Insieme cosa ti devo raccontare…!!? Come ieri pomeriggio sul lettone con Totta a fare le prove “Solleticologiche” quando ci siamo trovati nella posizione dei ballerini e a […]
2 aprile 2018

Lettera 462

Saltando le Onde     Ciao Papo, non ti abbiamo visto in giro gli scorsi giorni Totta ed io, forse perché eravamo troppo presi a mangiare Focaccia, guardare e fotografare animali, giocare, raccontarcela, scampare le onde del mare e non condividere le catene di auguri di buona Pasqua… a me […]
31 marzo 2018

Lettera 461

Avanti con il sorriso sul Muso e nel Cuore!     Ciao Papo, l’altro giorno è arrivato dall’altra parte dell’Infinito un bravo signore mite dai modi garbati di nome Fabrizio. Tu non lo hai mai visto in tv perché Noi non abbiamo mai guardato molta tv ma molti film. A […]
29 marzo 2018

Lettera 460

Orgoglio di padre     Ciao Papo, mi hanno chiesto tante volte nelle interviste e alle presentazioni del Tuo Libro: “Chi è Papo?” questo aneddoto ti Disegna alla Perfezione: “Sabato mattina, sveglia tardi e completo relax fino a mezzogiorno, alla buon ora esorto ed incoraggio Papo ad allenarsi un po’ […]
22 marzo 2018

Lettera 458

L’Amore al Tempo delle Balene       Ciao Papo, cinque anni fa, chissà se per festeggiare la primavera, disegnasti, scrivesti e rilegasti questa fantastica Storia d’Amore al Tempo delle Balene. Avevi sei anni, un paio di mesi e ne avresti compiuti sette, la facesti finire così:   NESSUNO LI […]