Tu, Rambo!

 

 

Ciao Papo,
il giorno di questa foto t’eri sparato più di un minuto d’arresto cardiaco. Più di sessanta secondi senza respirare. Avevi 8 anni, ad otto anni non respirare per oltre un minuto è un’impresa da record, ma non stavi facendo una gara di apnea, stavi semplicemente vivendo e il cuore s’era fermato. Dopo varie scariche andate a vuoto, perché l’aritmia si manifestò in modo subdolo, finalmente il defibrillatore impiantato nel tuo petto ti tirò una mazzata violentissima, col rischio di romperti il cuore, che ti trattenne da ‘sta parte dell’Infinito. Nello stesso giorno vivemmo l’angoscia della morte e la gioia della vita. Era il 5 novembre 2014. Quella stessa sera, in rianimazione all’ospedale Niguarda, ti avevano dedicato una stanzetta tutta per te, in barba al Mostro ci guardammo Rambo. Affianco a noi era pieno di vecchi infartuati col cuore a pezzi prossimi a morire e noi due festeggiavamo la vita con un cazzutissimo film d’azione. S’erano raccomandati di farti stare calmo e tu stavi calmo coi film d’azione, comici e con la musica rock. Ognuno è fatto a modo suo e Tu Strabordante di Carisma e Personalità sei sempre stato fatto nel modo più Strepitoso che si potesse!

<<Cineforum Pennazzi, proiezione di: Rambo. Vedere i film di un certo tipo coi bimbi è uno spasso, non stanno zitti un secondo e meno male così si sdrammatizza la violenza. Totta, dall’alto del suo pragmatismo non se ne fa una ragione e continua a dire: “Ma Rambo voleva solo mangiarsi un panino, non glielo potevano dare così non combinava tutto ‘sto casino!!?”. Papo, più avvinto dalle tecniche militari che hanno reso Rambo una macchina da guerra: “Rambo è così forte perché è stato addestrato dai boy scout, in marina e alla NASA!”.>>

Non può essere vero e vano tutto quello che si manda giù in questo passaggio terreno. Quegli occhi profondi, quel bellissimo muso, quel carattere d’artista scanzonato, quell’immenso coraggio spensierato, restano, incidono, solcano e sono vivi per sempre!

Ti Amo Jacopo!
Papà

30 luglio 2017
IMG-20141108-WA0006

Lettera 293

Tu, Rambo!     Ciao Papo, il giorno di questa foto t’eri sparato più di un minuto d’arresto cardiaco. Più di sessanta secondi senza respirare. Avevi 8 anni, ad otto anni non respirare per oltre un minuto è un’impresa da record, ma non stavi facendo una gara di apnea, stavi […]
29 luglio 2017
20170729_204531

Lettera 292

Sorriso al sorriso     Ciao Papo, oggi abbiamo trascorso una bella giornata spensierata al lago con gli amici. Va bene così come lettera oggi? Ho sonno e sono stanco, non ho dormito ieri notte e non ho ancora digerito il panino di pranzo. Guidato, apparecchiato, cucinato, sparecchiato, ho, stasera. […]
28 luglio 2017
20140328_165902

Lettera 291

Dono Prezioso!     Ciao Papo, nel mio cuore, nella mia mente, nel mio sentire, lungo tutto il mio corpo che è come avesse sviluppato mille polpastrelli per captarti ogni volta che passi da ‘ste parti ma che nessuno più tocca è così:   Totta per il Movimento Femminista… Sala, […]
26 luglio 2017
20170726_141027

MI SCAPPA DI CONDIVIDERE…

Ciao Tutti, Papo è il 22esimo libro più venduto nelle Feltrinelli di tutta Italia. Gliela diamo una mano a tallonare Renzi e per Natale salire sul podio? Io non sono capace di fare pubblicità e a me non spetta farla, io ho solo bisogno di continuare a Vivere e Regalare […]
25 luglio 2017
575300_10202111441371932_1299483713_n

Lettera 288

Bambini Farfalla     Ciao Papo, come si decida di essere stronzi e smettere di vivere per proteggersi io proprio non riesco a capirlo. Come i sentimenti possano passare senza lasciare traccia devo ancora spiegarmelo. Come grazie a gesti e parole risplende l’Amore, non c’è bisogno di dirlo ma di […]
24 luglio 2017
20160511_174217

Lettera 287

Tetti e Fango     Ciao Papo, ti è sempre piaciuto portare Luna a fare la visita dalla veterinaria ed infatti sabato mattina, puntuale come solo Tu sai essere, ti sei fatto trovare lì fuori, un’unica Piumetta bianca lungo tutta la strada, lungo tutto il cortile dello studio. Quando sei […]
22 luglio 2017
Screenshot_2016-09-25-05-49-18-1

Lettera 285

Estate, Leggera Piumetta     Ciao Papo, Bambino Libro, il Tuo Libro, Tu che vivi tra noi e la gente da questa parte dell’Infinito per mezzo di un Libro, finisce così: La Primavera non bussa, quando è il suo momento entra, la Primavera fa così, per lei è sempre aperto, […]
21 luglio 2017
15873527_10211699350583670_1022118932355739597_n

Lettera 284

Capire l’incomprensibile     Ciao Papo, per me è ancora così: “Carta a me! Carta a me!”. Chi si ricorda la partita a carte di “Qualcuno volò sul nido del cuculo”? Abbiamo appena finito un’estenuante ed esilarante partita a scopone con Papo e Totta (8 e 5 anni). Esperienza tra […]
20 luglio 2017
stemma_cammello_foto2bis2

Lettera 283

Anonimo Mennea     Ciao Papo, il Tuo Cammello con le corna suona così: https://youtu.be/W0G0-6QXzfo Grazie a Diego Skifezza che l’ha scritta e cantata, a Totta, i Cuginetti e un po’ di tuoi amichetti che ne hanno cantato i cori. Macilla Capo Supremo di noi musicherini mi ha dato il […]
19 luglio 2017
13669804_10209961862907564_2336656647284086481_n

Lettera 282

Take me home mouintain momma     Ciao Papo, ‘sta foto è di un anno fa esatto, me lo ricorda feisbuk oggi. Scrivevo: “Country roads, take me home To the place I belong Val Formazza, mountain momma Take me home, country roads”. Riale, cascata del Toce, il luogo dell’Anima dei […]