Gli asini intorno

 

 

Ciao JP,

Papo, avrei deciso che quando ti scrivo, quanto dedico a noi due il momento più intimo e bello della giornata, lo faccio per dirti cose cose belle, per scrivere poesie, racconti o battute divertenti, per stare bene, o almeno meglio che posso, lo faccio dal primo giorno in cui ho iniziato a scriverti. Non ti scrivo tante di quelle cose che non è giusto di scriva e capisca e trovi una soluzione io insieme a chi sta in questo pezzo di mondo. Da ‘sta parte dell’Infinito si pensano un sacco di robe affascinanti, se ne concretizzano pochissime, quasi nessuna, per soldi, per vincoli, per rispetto, per…, per tutti gli alibi che riusciamo ad inventarci.
Grazie a Te riesco ogni giorno, giorno per giorno, nell’impresa più difficile, vivere la tua assenza fisica senza impazzire di dolore. Ho dovuto accettare che Tu andassi via, ho dovuto capire che avevi cose più Grandi da sbrigare di queste inezie terrene. Sei l’unica questione del mio percorso che ha trovato nel mio cuore e nel mio cervello il suo spazio vitale, sei l’unica certezza di ciò che desidero e si realizzerà alla fine di questo cammino. In mezzo ci sono questi prossimi quarant’anni di strada… c’è Totta che pian piano diventa grande, non c’è più nessuna preoccupazione e nessuna ansia per il futuro, ci sono altre storie da raccontare col Dono della Penna Magica che mi hai fatto. Ogni giorno, giorno dopo giorno, riesco nell’Impresa più Incredibile, Assurda e Folle: viverti e stare bene con Te! ‘Sto gran cazzo che sei morto! Le lacrime lasciano spazio alla vita, Tu entri come un maremoto, spazzi via e sommergi tutto, Ti realizzi in Arte, Poesia e Umorismo ed io ho questa strada da seguire per ‘sti prossimi quarant’anni di adorabile supplizio che ‘sto fottuto viaggio mi impone. Meglio così, meglio la Folle Passione dell’Arte che un trantran da ragioniere, non ci sono portato, quella è davvero una noia mortale che consuma e sbriciola l’Essenza della Vita. Tanto ti vivo meglio quanto più mi sento sereno e amato, una forma d’equilibrio che forse un giorno si stabilizzerà.
Tu che te la ridi, Totta che ha già capito tutto, Luna che curiosa, Mamma che frena, io che osservo e gli asini intorno ragliano.
Papà
14 settembre 2017

Lettera 324

Gli asini intorno     Ciao JP, Papo, avrei deciso che quando ti scrivo, quanto dedico a noi due il momento più intimo e bello della giornata, lo faccio per dirti cose cose belle, per scrivere poesie, racconti o battute divertenti, per stare bene, o almeno meglio che posso, lo […]
12 settembre 2017

Lettera 323

JP     Ciao Papo, oggi Totta ha cominciato la quarta, Tu avresti cominciato la prima media se non fossi diventato così alla svelta “Il Più Grande di Tutti!”. Avevi paura dei bulli delle medie e del buio, semplici paure da semplice bambino quale eri. Un semplice bambino dallo Spirito […]
11 settembre 2017

Lettera 322

Chi ci Crede gli succede! Chi ci Crede lo vede!     Ciao Papo, sabato e domenica intensi e lunedì è sempre lunedì, mi trovo qui a scriverti solo adesso… ieri la presentazione del libro in chiesa col nostro Amico Don Giovanni è andata benissimo! Non so se eri lì […]
10 settembre 2017

Lettera 321

Guardiamoci le spalle     Ciao Papo, mi hai raccontato un sacco di cose Belle ed Entusiasmanti! Mi hai dato consigli e pareri. Mi hai indicato la via da seguire. Mi hai detto di fare tutto quello che mi fa bene! Ogni volta che vengo a parlarti dal Ponte è […]
7 settembre 2017

BELLA RECENSIONE!

http://chiarabooklover.blogspot.it/2017/09/recensione-la-rivoluzione-damore-di.html?m=1 Recensione che rende merito a un Opera Letteraria. Certo dall’Alto Valore Umano che non è un demerito ma un Infinito Pregio, ma di Opera Letteraria Ben scritta, piena zeppa di Poesia e Comicità si parla, Grazie ai miei SuperEroi Papo e Totta! Ciao! A.
4 settembre 2017

Lettera 318

Io Credo in Te Papo!     Ciao Papo, non porto una croce, non sono un dannato, non devo espiare nessuna colpa. Nessuno ha colpe tali per dover patire una simile pena. Non vivo in tua memoria, continuo a vivere insieme a Te. Non si muore mai veramente. Non sono […]
1 settembre 2017

Lettera 316

La Rotta s’è rotta     Ciao Papo, Lettera 315 era Perfetta come ultima Lettera. Per chi legge s’intende, mica per Te, noi due insieme ne abbiamo ancora parecchia di strada da fare. Tutti gli elogi alla nostra famiglia, certo sono una testimonianza d’affetto ma pura retorica… le raccomandazioni su […]
29 agosto 2017

Lettera 315

Il ribaltamento della logica in favore dell’Amore     Ciao Papo, con tutto quello che ci ha strappato di dosso ‘sta storia Tu te ne sei andato via così presto e così all’improvviso l’amore s’era già sciolto come neve al sole ma un Dono Prezioso ce l’ha Regalato! Mamma ed […]
28 agosto 2017

Lettera 314

Vivi senza corpo       Ciao Papo, sai qual’è la cosa più bella? E’ quando altre persone parlano di Te! La cosa SuperMegaStraLusso è quando parlano di Te al presente! In auto, in viaggio verso casa, ad un certo punto, abbiamo sentito una puzza tremenda, “Sei stato tu? Sei […]
27 agosto 2017

Lettera 313

Casa     Ciao Papo, siamo a casa. Casa è sempre al suo posto che ti aspetta. Casa è stata anche da Genny&Gippy, Nives&Gerardo, Sonia&Biagio. Casa è dove ti senti e dove ti trattano come fossi a casa. Casa sono Carloggera e Leonacchio in ‘sta foto che mi hanno fatto […]