La Porta della vita

20170502_224910

 

Ciao Papo,
Gin, mamma di Annalisa, Gloria e Hyoun, mi ha regalato il suo quadro. Lo ha disegnato al laboratorio d’arte nella lezione in cui dovevamo disegnare una porta. Gin ha disegnato la porta della vita ed aprendola c’è il giorno del suo funerale. Tutte la anime care la aspettano lungo quel tappeto rosso che porta al di là dell’Infinito. Sulla destra del tappeto, sopra ai suoi quattro adorati zii ci sei anche Tu ad accoglierla e festeggiarla. Me lo hai detto di fare con calma ma che ci aspetti ed il giorno che passeremo anche anche noi di là dall’Infinito ci riabbracceremo!
Di qua dall’Infinito Daniele, il radiologo dei nostri apparecchi ha acquistato 120 copie del Tuo libro che regalerà come bomboniere al suo matrimonio. E’ incredibile come la gente lontana si slanci verso di Te, chi ti ha conosciuto sa che sei ancora Meglio di come ti racconto nel libro eppure non so che blocchi si porti dentro nel farti Volare.
Oggi Papo mi è arrivato questo messaggio da un’amica di una Tua lettrice:
“Lo sto leggendo piano gustandomi ogni pagina, ogni esilarante battuta, ogni parola d’amore. Ho sempre pensato che nel mondo non nascono tante persone davvero magiche e quelle che arrivano, sono destinate a due destini diversi ma simili: O crescono e diventano la medicina e la speranza dell’umanità, tipo padre Rick (praticamente colui che sta salvando il salvabile ad Haiti) o sono destinati a morire giovani per proteggere l’umanità dall’alto… e Papo pare proprio faccia parte di questa seconda categoria! Per me una cosa è certa: forse il cuore di Papo, come organo fisico aveva qualche difetto, ma è talmente magico che sta riattivando il funzionamento di tanti cuori che si erano un po’ rinsecchiti e avevano smesso di funzionare… Grazie!
A me invece Custode Valeria hanno scritto questo:
“È stato stranissimo leggere La Rivoluzione d’Amore perché è come se, mentre leggevo, vedessi formarsi sulla carta parole che avevo già in testa, come se lo avessi già letto. Non intendo dire che è scontato!! Intendo che leggevo una cosa dentro cui già ero immersa, non so spiegarlo meglio. Salto la parte retorica di quanto mi ha emozionata ecc, è stata un’esperienza intima. Credo di averti già detto che la forza di quel che scrivi secondo me sta in due cose. La prima è che è universale, cioè è impossibile restare fuori dalla storia, mentre leggi ti ci immedesimi e la vivi, ti struggi e poi ridi e poi ti struggi e quando è finito è come quando torni da un viaggio, che comunque non sei mai tornato esattamente da dove eri partito ma sempre un po’ più in là, un po’ “aggiunto” e un po’ “menomato”.
La seconda ha a che fare con la prima, e con quello che sei capace di fare tu con le parole. Come Totti con la palla 🙂 Hai un potere da gestire, spero e credo che tu ne sia consapevole. C’è chi sa muovere i fili usando le note, chi con il pennello. Tu puoi farlo con le parole, te lo dico fuori da ogni retorica. Come Hulk, puoi usarle bene o male, ma sicuramente devi avere consapevolezza di questa tua forza.
Papo, portiamo a casa questo oggi per stare meglio.
 20170502_225026-1
A domani Guardiano della soglia.
Papà
21 giugno 2017

Lettera 260

La Porta della vita   Ciao Papo, Gin, mamma di Annalisa, Gloria e Hyoun, mi ha regalato il suo quadro. Lo ha disegnato al laboratorio d’arte nella lezione in cui dovevamo disegnare una porta. Gin ha disegnato la porta della vita ed aprendola c’è il giorno del suo funerale. Tutte […]
20 giugno 2017

Lettera 259

Portento d’Amore     Ciao Papo, quanto è Bellissima Totta che canta e che balla!!? Totta che sa già a memoria tutte le nostre canzoni e che in piena d’entusiasmo le fa cantare anche ai cuginetti. Ieri in saletta da Macilla ad un certo punto della strofa della Tua canzone […]
19 giugno 2017

Lettera 258

L’orizzonte è nella vita!     Ciao Papo, Roberta, la relatrice della presentazione a Biella mi ha scritto così dopo la nostra presentazione del Tuo Libro: “Caro Andrea, voglio augurarti una buona notte, sperando che sia almeno in parte di sonno profondo. Ti ringrazio tanto. Nell’istante in cui ti ho […]
18 giugno 2017

Lettera 257

Me la spieghi papà?     Ciao Papo, prima d’andare a dormire voglio far leggere una cosa che ho scritto da ragazzo. Aria Io non posseggo niente, nemmeno le idee. Son solo illusioni! Non le idee, sia chiaro, ma il fatto di possedere, di possederle… I nostri genitori, figli di […]
17 giugno 2017

Lettera 256

CHIUSO PER VAFFANCULO AL MOSTRO!     …arriva sera e stanchi sul divano accendiamo un po’ di tv facendo zapping, ci imbattiamo in Maria De Filippi. “Papà ma questa donna ha la voce che sembra un uomo! Ma è una donna o un uomo?!”. “È una donna ma ha una […]
16 giugno 2017

Lettera 255

Ragazzo delle Piumette       Lettera 255   Ciao Papo, che giornata che ci siamo sparati ieri l’altro a Ferrara… treno da Ferrara a Bologna in ritardo di 90 minuti quando per la coincidenza a Bologna c’era solo un quarto d’ora di tempo. Allora di volata in taxi spendendo […]
16 giugno 2017

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO PER GLI AMICI DI BOLLATE, NOVATE, MILANO E DINTORNI

    Ciao Tutti, è tutto scritto nella locandina, sono tre righe, fate la cortesia di leggerle… 😉 NB: PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA PRESSO: info@davideildrago.it Il costo dell’ingresso di 15€ vi darà modo di usufruire della piscina, di mangiare pizza, di ascoltare buona musica e di finanziare i Progetti Benefici del Drago! […]
14 giugno 2017

Lettera 254

Papo Grande Anima Antica in viaggio da secoli     Ciao Papo, ti ricordi quando con lo zio Gianni avevi preparato un Reattore di sintesi per consegnarlo al cliente ed avevi montato tutti i golfari del boccaporto? Guarda che bestione che abbiamo costruito questa volta, è un Serbatoio da 80.000 […]
13 giugno 2017

Lettera 253

Due Adorabili Minchioni   Ciao Papo, in tv sono sempre molto composto e morigerato perché mai vorrei che il Nostro Messaggio venisse travisato e strumentalizzato. Dal vivo alle presentazioni del Tuo Libro mi comporto così sono fatto e così come sono fatto vuol dire che non so nemmeno bene cosa […]
10 giugno 2017

Lettera 250

Pensi troppo…     Ciao Papo, guarda che bel Regalo mi ha fatto Lara. Sei sempre stato un Figo da Ammirare! Ieri l’altro Mamma fuori da scuola si è pure dovuta subire lo strazio del saluto delle quinte elementari… La Serenità, passa per l’accettazione dell’inaccettabile. La Felicità, resta dove ti […]